Politica / Regione

Commenta Stampa

Contaminazioni radioattive dal Giappone

Verdi: cibi congelati a rischio provenienti dal Giappone

Da conrtollare anche le centrali italiane in disuso

.

Verdi: cibi congelati a rischio provenienti dal Giappone
11/04/2011, 15:04

NAPOLI – I problemi del nucleare non vengono solo dalle centrali attive, ma anche da quelle dismesse tipo quella del Garigliano che ricade nel territorio della nostra Regione, così hanno esorditi i Verdi della Regione Campania. Chiedono di sapere "la verità su cosa sta succedendo nella Centrale del Garigliano" inizia così, sugli echi della tragedia giapponese, un nuova giornata della nuova era nucleare; "Vogliamo sapere che sta succedendo nella ex centrale atomica del Garigliano in provincia di Caserta - dice il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli - dove negli ultimi giorni ci sono grandi attività e movimenti di mezzi pesanti sospetti". Borrelli, poi, annuncia per la settimana prossima una manifestazione degli ecologisti davanti all'impianto atomico "dove vorrebbero realizzare il deposito nazionale di scorie nucleari".
"Ci vergognamo del fatto che il presidente della Regione Caldoro - concludono i Verdi - è l'unico in Italia a essere ancora favorevole a realizzare nuovi centrali atomiche nella propria regione. Noi glielo impediremo". Intanto anche Vincenzo Peretti lancia l’allarme per tutti i cibi provenienti dal Giappone – “il pericolo può arrivare dal mare ovviamente dai cibi congelati, parliamo di crostacei e pesci, anche se noi siamo fortunati perché prevalentemente consumiamo pesce fresco”. I controlli nei porti e alle frontiere dovranno essere determinanti.

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©