Politica / Politica

Commenta Stampa

Verdi e federconsumatori: "intervenga Caldoro per impedire altri disastri di Vetrella"


Verdi e federconsumatori: 'intervenga Caldoro per impedire altri disastri di Vetrella'
04/11/2011, 17:11

"L' Assessore Regionale Vetrella - accusano il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e Rosario Storanaiuolo di Federconsumatori - invece di trovare le soluzioni per la drammatica situazione dei trasporti in Campania che è al collasso anche per colpa sua sa solo chiedere al Prefetto di Napoli di diffidare i lavoratori senza stipendio. Secondo noi dovrebbe essere diffidato Vetrella per quello che ha realizzato lottizzando come mai prima d' oggi i vertici dei traporti pubblici campani a partire dalla Circumvesuviana al cui capo ha piazzato il Consigliere Provinciale del PDL Carbone. Come possono persone come Vetrella risolvere il problema dei trasporti se non riescono a garantire neanche il pagamento degli stipendi? E' ora che il Presidente Caldoro intervenga direttamente per rimediare ai disastri causati dal suo Assessore".
"Chiediamo inoltre a Caldoro e a Vetrella - continuano Borrelli e Stornaiuolo - di mandare a casa tutti i consulenti e i politici che hanno nominato nelle partecipate dei trasporti controllate dalla Regione in questi anni per cominciare a dare il buon esempio. I disagi che stanno subendo i cittadini sono infatti gravissimi. Oggi il traffico di Napoli era impazzito con l' inquinamento alle stelle. Migliaia di persone furiose hanno aspettato per ore il passaggio degli autobus anche con le mascherine anti smog".
"L' attacco ai lavoratori dell' Assessore Vetrella - spiega Arcangelo Punzo dell' rsu trasporti Uil - che ha chiesto al Prefetto di diffidarci per interruzione di pubblico servizio è scandaloso e aumenta ulteriormente la tensione. Vetrella chieda al suo collega di partito La Russa di vendere le 19 Maserati che ha comperato ultimamente con il suo Ministero per gli spostamenti di Dirigenti e Colonelli così con quei soldi paga i nostri stipendi".


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©