Politica / Regione

Commenta Stampa

Verdi e panificatori: " situazione degenerata per disinteresse di Prefettura e Regione"


Verdi e panificatori: ' situazione degenerata per disinteresse di Prefettura e Regione'
05/04/2011, 17:04

"La notizia di una gestione su larga scala dei casalesi su forniture del pane - dichiarano il presidente regionale dell' Unipan ( Unione Panificatori ) Domenico Filosa e l' ex assessore provinciale all' Agricoltura Francesco Emilio Borrelli attuale commissario regionale dei Verdi - rappresenta l' ulteriore conferma di un sistema criminale che noi denunciamo da anni.
Purtroppo nonostante i dossier e le denunce, tranne i carabinieri, nessuna istituzione locale o nazionale vuole contrastare in modo fermo e deciso il fenomeno".
"Addirittura la Prefettura - continuano Filosa e Borrelli - minimizza il fenomeno nonostante abbiamo fornito dati inconfutabili della degenerazione criminale del fenomeno.
"La Provincia di Napoli ha smantellato il sistema di controlli ed interventi contro gli abusivi da quando è Presidente l' On. Luigi Cesaro.
Per non parlare della Regione e di alcuni esponenti del PDL che stanno tentando in tutti i modi di abrogare la legge sulla tracciabilità del pane approvata da pochissimo e che è l' unica forma di contrasto agli abusivi".
"In provincia di Napoli - concludono Filosa e Borrelli - i forni abusivi stanno riconquistando il mercato vendendo pane sottocosto perchè prodotto con sostanze in alcuni casi tossiche o nocive alla salute e realizzato in strutture igienicamente scadenti o cotto con prodotti che emanano diossina o altri fumi e liquidi pericolosi.
Molti venditori al dettaglio sono prestanome della camorra o fanno affari con la criminalità comprando prodotti di bassissima qualità e tossici per poi rivenderli come pane normale.
Negli ultimi mesi siamo passati di nuovo da 700 a 1.100 forni abusivi nel totale disinteresse delle istituzioni e con gravi rischi per la salute soprattutto di bambini ed anziani".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©