Politica / Napoli

Commenta Stampa

Verdi e Terra si mobilitano per sostenere le iniziative a favore degli animali dello Zoo il giorno della Befana


Verdi e Terra si mobilitano per sostenere le iniziative a favore degli animali dello Zoo il giorno della Befana
04/01/2012, 15:01

"Partecipiamo con convinzione - dichiara il commissario regionale dei Verdi e responsabile delle pagine campane del quotidiano ecologista Terra Francesco Emilio Borrelli - alla mobilitazione di venerdì 6 gennaio il giorno dell' Epifania, a partire dalle 11, in sostegno degli animali dello Zoo di Napoli. Indipendentemente dalle ideologie da chi, come noi, è culturalmente contrario a questi luoghi così come sono stati concepiti circa 100 anni fa non possiamo rimanere indifferenti e dobbiamo impegnarci per sopravvivenza degli animali ospiti.
Per questo aderiamo alla gara di solidarietà per sostenere gli animali dello Zoo di Napoli organizzata dalla rivista scientifica Agricoltura e Innovazione diretta dal veterinario Nando Cirella. A partecipare alla mobilitazione il giorno dell' Epifania saranno l'Associazione Panificatori, Pasticcieri e Pizzaiuoli Napoletani, il Molino Caputo, l'Associazione giovani veterinari di Salerno, il Gran caffè Gambrinus ed il Consorzio di Tutela Provolone del Monaco Dop".

Durante la giornata saranno sorteggiati, tra tutti i ticket d’ingresso, 2 biglietti per l’ottavo di finale di Champions League Napoli–Chelsea offerti dal presidente della commissione ambiente del Comune di Napoli Carmine Attanasio che ha aderito alla manifestazione. Inoltre saranno sorteggiate pizze e bibite gratuite tramite l' Associazione pizzaioli napoletani da consumare in alcune delle pizzerie più importanti di Napoli.
“Il problema nasce con il fallimento della società che gestiva lo Zoo, l’Edenlandia ed il cinodromo – spiega il prof. Vincenzo Peretti (Docente della Facoltà di Medicina Veterinaria) – Ora la responsabilità è di un curatore fallimentare che sta gestendo la struttura con enormi difficoltà. Con questa iniziativa che continuerà fino a quando non sarà emesso e completato il bando per la nuova gestione dell’impianto che non deve essere un lager, ma una struttura verde, con monumenti, senza speculazione edilizia. Siamo favorevoli ad un parco per gli animali che sono nati in quello spazio e devono essere solo sistemati meglio. Essendo anziani, lo spostamento in altra sede non è ideale per loro. In inverno i visitatori calano per le cattive condizioni meteo, vogliamo sostenere la struttura che è sempre aperta, con l’organizzazione di alcuni eventi. Lo Zoo va rimodernato, trasformato in Fattoria didattica, gli animali devono essere trattati bene. Ringrazio la facoltà di medicina veterinaria, i medici dell’Asl Na1 per la collaborazione, ma devo ammettere che pure la città sta rispondendo bene. Gli attacchi provengono dall’esterno“.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©