Politica / Napoli

Commenta Stampa

Verdi Ecologisti: " finalmente docce e bagni a Mappatella beach"


Verdi Ecologisti: ' finalmente docce e bagni a Mappatella beach'
12/06/2012, 17:06

"Finalmente sono arrivate docce e bagni sulla spiaggia della Rotonda Diaz - dichiarano il commissario regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli, il consigliere comunale del Sole che Ride Carmine Attanasio e lo speaker radiofonico Gianni Simioli - la cosidetta Mappatella beach. Dopo la nostra battaglia durata oltre un mese il comune è finalemente intervenuto. Entro venerdì saranno pienamente operativi dopo che gli operai avranno realizzato gli allacci di luce e acqua e la realizzazione del pozzetto. A questo punto invitiamo il Sindaco a farsi un bagno con noi nel prossimo week end per valorizzare l' area. Adesso vogliamo che anche alla Gaiola a Posillipo siano istallati gli stessi servizi e che siano ritirati, almeno nei week end, i rifiuti".
"Segnaliamo inoltre - continuano Borrelli, Attanasio e Simioli - un serio pericolo che ha causato il ferimento di oltre 25 persone, in particolare di ragazzini tra gli 11 ed i 16 anni, che si sono tagliati o hanno perso le unghie andando a colpire i 12 pesi morti in cemento con tanto di catene legate abbandonati a fior d' cqua dopo la Coppa America che servivano a tenere ancorati i pontili in legno. Chi ha spostato le piattaforme dove attraccavano le imbarcazioni non ha levato questi pericolosi ancoraggi che sono in molti casi a soli 50 cm di profondità, hanno una grandezza di 2 metri per 2 e sono alti almeno 60 cm ed hanno anche le catene in ferro attaccate. Già nell' ultima settimana è arrivata 5 volte l' autoambulanza per soccorrere persone che si sono ferite gravemente ma è chiaro che bisogna eliminare definitivamente il pericolo. Non vorremmo trovarci di fronte all' ennesima tragedia evitabile soprattutto perchè gli "scugnizzi" ci giocano già pericolosamente e le persone anziane sono più volte cadute su questi massi di cemento molto tagliente".
Nell' ultima foto si possono notare le gambe piene di ferite di alcuni giovani bagnanti di oggi. Tutti sono urtati contro i pesi morti.

Commenta Stampa
di Arianna Piccolo
Riproduzione riservata ©