Politica / Napoli

Commenta Stampa

Verdi Ecologisti: "nuovo raid vandalico a Fuorigrotta"


Verdi Ecologisti: 'nuovo raid vandalico a Fuorigrotta'
08/05/2013, 16:40

"Un mese fa avevamo denunciato della distruzione da parte di imprecisati vandali - racconta il responsabile regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli assieme a Napolivillage - dei giochi situati in Piazza Italia. Stanotte un nuovo raid vandalico è stato compiuto a Fuorigrotta. Ignoti, probabilmente barboni, hanno devastato i giochi per i bambini siti all'interno dell'area verde di Piazza Italia.
L'area ludica costruita i primi di gennaio, grazie ai fondi ricevuti dalla X Municipalità dopo la vittoria delle "Cartoniadi 2012", questa mattina si presentava così, un cumulo di macerie. All'interno della casa degli gnomi ecco spuntare un cartone, presumibilmente utilizzato come materasso. Tutto attorno è degrado, spazzatura, abiti lerci abbandonati  e escrementi umani. Molte famiglie abituate oramai a questo degrado ed al tanfo hanno fatto giocare non avendo alternative i propri bambini tra i rifiuti e gli escrementi. Infine i pochi giochi non distrutti sono stati coperti con la vernice da scritte volgari".
"I giardini di Piazza Italia - continuano Borrelli e Napolivillage - da mesi attendono un intervento di bonifica. Cumuli di erbacce tagliate e mai rimosse campeggiano in ogni dove assieme a tantissima spazzatura, gli spazzini a Fuorigrotta sono latitanti da settimane. In alcuni casi, poi, questi cumuli vengono anche dati alle fiamme da qualcuno che spera così di liberarsene, generando diossina. La piazza poi è preda di motorini e auto che transitano nella zona pedonale e lungo la pista ciclabile. Da settimane, sono stati rimossi i dissuasori in pietra. Gli stessi sono conservati all'interno della fontana mai attivata. I cittadini esausti chiedono un immediato intervento delle istituzioni. Intanto i condomini dello stabile al civico 49 di via Canzanella Vecchia si sono autotassati di 10 euro per ripulire i giardinetti di via delle Ginestre dove ogni giorno giocano i loro bambini tra rifiuti ed escrementi. L'ennesima iniziativa privata che supplisce alla carenza e alla latitanza di giardinieri e spazzini del comune". 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©