Politica / Regione

Commenta Stampa

Verdi, Pizza Italia di Sorbillo donata al Cardinale Sepe


Verdi, Pizza Italia di Sorbillo donata al Cardinale Sepe
17/03/2011, 13:03

Una mega torta con l' Italia spezzata in due e con su scritto "via il leghisti dall' Italia" è stata presentata stamattina al Gambrinus dal maestro pasticcere Massimiliano Rosati.
"Non siamo noi meridionali che ce ne dobbiamo andare via dall' Italia - ha spiegato il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli promotore dell' iniziativa assieme a diverse associazioni meridionaliste - ma i leghisti. Il nostro sarebbe un paese più bello e solidale senza di loro. Non festeggiano i 150 anni? Bene se andassero tutti a vivere in Austria o in Croazia così staremmo tutti meglio".
"I leghisti - continua Borrelli - sono la melma culturale e sociale del nostro paese non dobbiamo più permettergli di insultarci e privarci delle nostre risorse. Per questo festeggiamo l' Unità d' Italia ma ci batteremo affinchè il leghisti vadano via dal nostro paese".
"Le bandiere italiane in vendita per i 150 anni dell' Unità - ha concluso Borrelli mostrando scontrino ed etichetta delle bandiere Italiane vendute nei negozi - sono prodotte in Cina purtroppo. Tutti gli Italiani che le hanno comprate hanno di fatto finanziato l' economia cinese. Un assurdo".
Il pizzaiolo Gino Sorbillo ha portato a P.zza Plebiscito durante l' alzabandiera un pizza a forma di Italia divisa in due e l' ha fatta assaggiare al Cardinale Sepe.
"Anche la Chiesa deve fare la sua parte per l' Unità d' Italia - ha spiegato Sorbillo - e deve condannare i leghisti che sono xenofobi e razzisti. Non saremo mai veramente uniti finchè ci saranno loro".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©