Politica / Regione

Commenta Stampa

Ennesimo spreco della Regione Campania

Verdi: uno spreco non accorpare i referendum

Regionali e nazionali potevano essere unificati

.

Verdi: uno spreco non accorpare i referendum
03/06/2011, 13:06

NAPOLI - Domenica 5 e lunedì 6 giugno si terranno in nove comuni della Campania i referendum consultivi su questi temi: aggregazione del "Rione Bagno" del Comune di Aversa al Comune di Cesa; variazione della denominazione del Comune di Centola in Centola-Palinuro; costituzione del Comune unico Isola d'Ischia.
“Ennesimo spreco – spiega Francesco Borrelli dei Verdi – i referendum regionali potevano essere accorpati a quelli nazionali, così da risparmiare le diarie per gli scrutatori, ma invece il Governatore Caldoro ha deciso di spendere soldi, né avrà tanti in cassa”. Questa la denuncia dei verdi campani che dicono di presentare il fatto alla corte dei conti come ennesimo spreco che poteva tranquillamente evitarsi. Si vota domenica 5 giugno 2011, la votazione avrà inizio alle ore 8 del e proseguirà sino alle ore 22, lunedì 6 giugno, la votazione avrà inizio alle ore 7 e proseguirà sino alle ore 15 le operazioni preliminari inizieranno sabato alle ore 16,00 e riprenderanno alle ore 7,00 di domenica. I 3 referendum regionali interessano un corpo elettorale complessivo di circa 105.000 votanti, suddivisi in circa 130 sezioni elettorali. La Regione Campania raccoglierà i dati elettorali e la loro diffusione. In particolare, saranno diffusi i seguenti dati: dati di affluenza alle urne rilevati alle ore 12.00, 19.00, 22.00 di domenica 5 giugno ed alle ore 15.00 di luned 06 giugno, orario di chiusura dei seggi; dati relativi allo scrutinio delle schede, parziali (cioè aggiornati di volta in volta sino alla chiusura dello scrutinio) e finali. Sul sito della Regione è on line la sezione 'Referendum consultivi 2011', attraverso la quale la Regione Campania fornisce le principali informazioni riguardanti i referendum.

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©