Politica / Parlamento

Commenta Stampa

La strigliata del coordinatore del Pdl al governatore Chiodi

Verdini (Pdl): gli abbiamo dato le case, gli abruzzesi devono venire


Verdini (Pdl): gli abbiamo dato le case, gli abruzzesi devono venire
20/03/2010, 09:03

ROMA - "Un gruppo così folto di deputati, senatori e consiglieri regionali deve quantomeno andare nei quartieri ricostruiti dove sono state consegnate le case a 40 mila persone, con un semplice megafono, reclamizzando la manifestazione romana e sollecitando quelle persone a ringraziare Berlusconi venendo in piazza San Giovanni, perché il governo ha fatto per l'Abruzzo qualcosa che non è mai stato fatto nella storia del paese. Non posso credere che quella popolazione beneficiata non riempia cento pullman oltre a quelli già organizzati. La classe dirigente di un grande partito si misura anche su questo. Se non risponde l'Abruzzo non vale niente governare!". Con queste parole Denis Verdini, coordinatore nazionale del Pdl ha strigliato Gianni Chiodi, governatore dell'Abruzzo, "reo" di non aver raggiunto il target imposto a ciascuna delle 20 regioni italiane, target che per l'Abruzzo è fissato in 50 pullman. Al contrario la Campania, che può contare su una organizzazione diversa, pare abbia oganizzato quasi 200 pullman.
La manifestazione si articolerà su due cortei che partiranno alle 15 e confluiranno in piazza San Giovanni dove alle 17 inizierà il comizio di Berlusconi. Non sono previsti altri oratori: parlerà solo lui, sul megapalco di 350 metri quadri, anche se affianco a lui ci sarà l'intera squadra dei 64 membri di governo e i 13 candidati alle regionali.
Resta interessante comunque il principio esposto da Verdini: visto che in Abruzzo sono state costruite le case, gli abruzzesi devono ringraziare il governo - e ringraziarlo in maniera tangibile ed evidente - per averli mandati a 100 Km. da dove abitavano prima e non aver dato loro alcuna speranza di ricostruire la loro vecchia casa.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©