Politica / Regione

Commenta Stampa

Vertenza forestazione. Pica: “è ora di mettere fine a questa situazione insostenibile”


Vertenza forestazione. Pica: “è ora di mettere fine a questa situazione insostenibile”
24/03/2012, 09:03

Continua la preoccupazione per la sorte degli Enti Montani in Campania. “Nonostante le continue richieste ed i ripetuti appelli di questi ultimi mesi, sia a livello istituzionale di Commissione Agricoltura che come gruppo Consiliare PD, la Giunta Regionale continua a non dare risposte sulla vertenza forestazione e sul mantenimento dei livelli occupazionali” ha dichiarato il Consigliere regionale salernitano Donato Pica. In effetti il problema, tutto economico, continua a permanere nonostante alcuni impercettibili passi in avanti fatti in questi mesi di serrato confronto in Consiglio regionale. “Tuttavia, nessun dato oggettivamente riscontrabile, sulle risorse finanziarie, possiamo costatare; manca ancora una parte consistente dei fondi 2011, non si hanno notizie sugli strumenti finanziari del 2012, e ad oggi, non è pervenuta alcuna comunicazione in merito alle trattative con il Governo Centrale per l’utilizzazione dei Fondi Fas – continua Pica - Molti operai rischiano concretamente il posto di lavoro, molti altri non percepiscono lo stipendio da mesi. La situazione è insostenibile, siamo cioè in uno stato di vera e propria emergenza sociale”. Insomma una situazione che certamente non può più continuare. Una situazione che diviene ancor più preoccupante con l’avvicinarsi della stagione estiva e con l’insorgere dei numerosi incendi che interessano, da nord a sud, la Campania. “A questo punto è ora di mettere fine a questa situazione insostenibile – aggiunge Pica - invito i Presidenti delle Comunità Montana a chiudere emblematicamente, nello stesso giorno ed alla stessa ora la sede degli Enti, in segno di protesta e nel contempo, di comunicare ai Prefetti ed alle Forze dell’Ordine l’impossibilità di assicurare il servizio antincendi. È ora che la giunta Caldoro dia serie risposte, e se non ne sono capaci, allora si dimettano” conclude Pica.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©