Politica / Politica

Commenta Stampa

Il partito fa quadrato intorno al suo leader.

Vertice di Arcore, il Pdl "Decadenza Berlusconi inaccettabile"


Vertice di Arcore, il Pdl 'Decadenza Berlusconi inaccettabile'
24/08/2013, 19:32

ARCORE - E' terminato il vertice del Pdl che si è svolto ad Arcore - a Villa San Martino - residenza dell'ex premier Silvio Berlusconi, incentrato sul futuro del partito e del suo leader a seguito della conferma della condanna in Cassazione nel processo Mediaset che mette in dubbio la sua agibilità politica. La decadenza del cavaliere "dalla carica di senatore è impensabile e costituzionalmente inaccettabile". Al termine della riunione fiume, è il segretario Angelino Alfano a dettare la linea: "Tutti insieme rivolgeremo alle massime istituzioni della Repubblica, al primo ministro Letta e ai partiti che compongono la maggioranza, parole chiare sia sulla questione democratica che deve essere affrontata per garantire il diritto alla piena rappresentanza politica e istituzionale dei milioni di elettori che hanno scelto Silvio Berlusconi (la cui decadenza dalla carica di senatore e' impensabile e costituzionalmente inaccettabile), sia sul necessario rispetto degli impegni programmatici assunti dal Governo a partire dall'abolizione dell'Imu su prima casa e agricoltura. Non c'e' piu' tempo per rinvii e dilazioni", ha riferito Alfano. "Il Popolo della Liberta'' è come sempre unito, compatto e deciso, a fianco del suo presidente Silvio Berlusconi, a cui è molto legato da indissolubili vincoli di affetto e di condivisione politica", ha assicurato. Il Pdl chiede inoltre "il necessario rispetto degli impegni programmatici assunti dal governo a partire dall'abolizione dell'Imu su prima casa e agricoltura. Non c'è piu' tempo per rinvii e dilazioni", ha concluso il segretario del Pdl.

Commenta Stampa
di Armando Brianese
Riproduzione riservata ©