Politica / Regione

Commenta Stampa

Vetrella spiega il nuovo piano trasporti dal 12 settembre

L'assessore ai trasporti chiarisce l'origine dei disservizi

.

Vetrella spiega il nuovo piano trasporti dal 12 settembre
09/09/2011, 15:09

Mentre la Cgil gli chiede le dimissioni dall’incarico di assessore, Sergio Vetrella spiega durante una conferenza stampa la reale situazione del trasporto pubblico su ferro della Campania. Il momento  non è certamente roseo, soprattutto se si considerano gli stati di agitazione che si stanno diffondendo negli ultimi giorni. Innanzitutto l’assessore si scusa con gli utenti per i disagi alle linee che si stanno verificando, ma assicura che allo stato attuale le tre società su ferro non hanno applicato alcun taglio delle corse. Quale allora l’origine dei disservizi? In primis un buco di 500 milioni di euro delle tre società su ferro nei confronti di fornitori e di banche. L’amministrazione Caldoro, a detta dell’assessore ai trasporti, non può pagare per i disastri di gestione causati della giunta Bassolino. Dal 12 settembre fino al 31 dicembre 2011, verrà varato un nuovo piano di esercizio sperimentale, a fronte dei tagli del Governo centrale per tutto il 2011.
Intanto a Napoli mattinata di caos per i trasporti. E' stata bloccata la linea 1 della Metropolitana di Napoli per oltre tre ore dai dipendenti di ditte di pulizia e di manutenzione, circa sessanta, che hanno occupato i binari della stazione di Chiaiano. I dipendenti hanno protestato contro i tagli previsti e l'ipotesi di perdita di posti di lavoro. Militanti del Pd, poi, hanno distribuito centinaia di volantini agli utenti per contestare il piano regionale dell'assessore Vetrella.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©
SONDAGGIO.

Dopo un anno di Governo Caldoro: quali sono stati i risultati ottenuti dall'esecutivo socialista?