Politica / Regione

Commenta Stampa

Vetrella su piano anticaos Capri


Vetrella su piano anticaos Capri
05/07/2012, 11:07

Dichiarazione dell'assessore ai Trasporti, Viabilità e Attività produttive della Regione Campania, Sergio Vetrella:

“Leggo con sorpresa sulla stampa - dice Vetrella - dichiarazioni alquanto imprecise e confuse da parte del sindaco di Capri sulle questioni del porto commerciale e di quello turistico dell'isola, sulle quali è bene fare chiarezza una volta per tutte. Innanzitutto, sto aspettando da tempo proprio dal sindaco un piano anticaos che ponga rimedio ai disservizi e disagi che puntualmente si verificano sull'isola nei fine settimana e che non possono essere più tollerati. Un piano che – voglio specificarlo – è di esclusiva competenza del Comune, tanto è vero che l'ho richiesto anche a tutti gli altri sindaci dei principali porti campani, molti dei quali mi hanno già inviato una loro proposta, a differenza di Capri.

“Per quanto riguarda poi i lavori da effettuare al porto commerciale, non è assolutamente vero che sono andati in fumo 37 milioni di euro, come dice il sindaco, e che altri 8 sono stati bloccati da me. In realtà, il progetto complessivo di 37 milioni è stato diviso in una prima parte di lavori da 8 milioni e in una fase successiva da 29. Per la parte da 8 milioni, siamo già quasi al progetto definitivo, che mira ad avviare finalmente il miglioramento della sicurezza e il potenziamento di strutture che – voglio ricordarlo - risalgono a più di 80 anni fa, e che nessuno aveva finora mai ammodernato.

“Infine, relativamente al porto turistico dell'isola - conclude Vetrella - anche qui non è affatto vero che vogliamo a tutti i costi fare un project financing e far venire altri privati a guadagnare, come sostiene il sindaco. Il consorzio che gestisce il porto ci presenti piuttosto un progetto serio e risolutivo di tutte le problematiche esistenti, comprese quelle relative allo scalo commerciale, che deve integrarsi al meglio con quello turistico, e noi lo valuteremo secondo quanto previsto dalla normativa vigente. Nessuna preclusione sull'autonomia gestionale del Comune da parte della Regione, dunque, come paventa il sindaco. Proprio per questo, e perché sono pienamente convinto che i disagi e il caos che continuano a verificarsi sull'isola vanno al più presto finalmente eliminati, accogliendo l'invito del comandante della Capitaneria di porto, non farò mancare alla riunione di domani da lui convocata la presenza di nostri funzionari, che potranno dare le stesse spiegazioni qui riassunte nel dettaglio”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©