Politica / Regione

Commenta Stampa

Vetrella su ritorno normale frequenza orari SEPSA


Vetrella su ritorno normale frequenza orari SEPSA
16/05/2012, 11:05

Dichiarazione dell'assessore ai Trasporti e alle Attività produttive della Regione Campania, Sergio Vetrella:

“Il ritorno da domani alla frequenza abituale delle corse della Sepsa è un'ulteriore conferma del nostro impegno per il progressivo ritorno alla normalità dei servizi di trasporto su ferro delle aziende regionali, in base al piano di manutenzione straordinaria dei treni che abbiamo avviato ad aprile. Ora il piano proseguirà secondo il calendario già fissato e comunicato di ripristino graduale dei convogli fermi per mancanza di manutenzione, che nel caso della Sepsa consentirà di aumentare mese dopo mese la composizione dei treni e quindi la loro capienza per evitare il più possibile disagi agli utenti, in particolare nelle ore di grande affollamento. Appena pochi giorni fa siamo riusciti a risolvere un altro dei numerosi problemi che affliggono l'azienda – che, come le altre del gruppo Eav, sconta una gestione a dir poco dissennata degli anni passati e che stiamo cercando di risanare - consentendo l’utilizzo di oltre 4 milioni dei 25 e mezzo già destinati al piano di manutenzione per coprire parte dei debiti che la Sepsa ha nei confronti della ditta di pulizie Florida, i cui lavoratori hanno giustamente protestato nei giorni scorsi per il mancato pagamento degli stipendi degli ultimi tre mesi. Ricordo infine che il piano di recupero prosegue anche per la Circumvesuviana che, a partire dal 1° maggio scorso, ha aumentato da 38 a 42 elettrotreni la dotazione di materiale rotabile a disposizione rispetto allo scorso aprile e ha già ripristinato 14 corse rispetto all'orario precedente e svolto diverse di esse con una composizione dei treni a tre elementi. Ancora una volta, dunque, desidero qui ringraziare tutti i soggetti coinvolti quotidianamente in questo grande sforzo, dai nostri tecnici e funzionari all'Acam, dall'Eav a Circumvesuviana e Sepsa, oltre che naturalmente i cittadini utenti, costretti a subire disagi che speriamo continueranno a ridursi fino al ritorno alla definitiva normalità del servizio. Fermo restando che stiamo ancora attendendo una risposta da parte del Governo per trovare una soluzione strutturale alla grave esposizione del gruppo, che è alla base dei gravi problemi che stiamo affrontando giorno dopo giorno”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©