Politica / Napoli

Commenta Stampa

Via Mario Fiore, una minidiscarica pericolosa


Via Mario Fiore, una minidiscarica pericolosa
07/05/2012, 10:05

“ Gli sforzi per risolvere gli storici problemi dei rifiuti solidi a Napoli risulteranno del tutto inutili se i napoletani non acquisiranno un senso civico e se gli uffici preposti non faranno il loro dovere, sanzionando i trasgressori – esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Non vedo come si possa parlare di raccolta differenziata a persone che manifestano palese intolleranza anche ad attivare le procedure già previste per il prelievo dei rifiuti ingombranti “.



“ Così le strade di uno dei più bei quartieri di Napoli, centro commerciale di primaria importanza, terzo per presenze in Europa, sono sovente ridotte a dei veri e propri letamai. Parliamo naturalmente del Vomero – afferma Capodanno -. Il degrado igienico nel quartiere è tra i più elevati e la situazione va peggiorando, con gravi ripercussioni anche di carattere sanitario. Molte le segnalazioni di strade invase da topi, blatte ed insetti di vario genere. L’approssimarsi della stagione estiva non farà che peggiorare questo stato di cose “.



“ Esempio emblematico di quanto affermato è il tratto di marciapiede di via Mario Fiore, nei pressi dell’incrocio con piazza Fanzago – precisa Capodanno -. Forse qualcuno ha pensato che si trattasse di una succursale di un deposito di rigattiere, abbandonando una serie di oggeti, tra i quali spiccano un televisore, un rullo con puleggia per tapparelle e, aspetto ancor più grave, in quanto può rappresentare un serio pericolo per i passanti, delle lastre di vetro, alcune delle quali rotte con frammenti appuntiti ( foto allegata ) “.



“ Che fine hanno fatto i tanto reclamizzati vigili ecologici che dovevano appioppare salatissime contravvenzioni a coloro che depositavano i rifiuti fuori orario - domanda Capodanno -? Perché non si attuano le attività di vigilanza per colpire con sanzioni ma anche con denunce questi incivili che invece di chiamare direttamente gli uffici competenti per il ritiro delle suppellettili non più utilizzabili, preferiscono abbandonarle per strada? “.

Vista la palese inerzia degli uffici preposti, Capodanno chiede l’intervento della Magistratura partenopea perché accerti le responsabilità del degrado delle strade della collina, ridotte, in diversi casi, come appunto via Mario Fiore, a discariche a cielo aperto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©