Politica / Politica

Commenta Stampa

Berlusconi: "Subito l'Italicum e più poteri al premier"

Video - Grillo davanti a Renzi: insulta e se ne va



Video - Grillo davanti a Renzi: insulta e se ne va
19/02/2014, 14:23

ROMA - Il primo incontro della giornata del Presidente del Consiglio incaricato Matteo Renzi è stato con Silvio Berlusconi. Il leader di Forza Italia però non si è allontanato dalle sue richieste di base: subito la legge elettorale, così come concordata e quindi senza le modifiche chieste da Alfano (come l'introduzione delle preferenze e la modifica delle soglie di sbarramento); e le modifiche costituzionali per creare una sola Camera con l'abolizione del Senato, e più potere al premier, come fece il governo Berlusconi nel 2005. 

Poi c'è stato l'incontro pro forma col Pd, ed infine quello che doveva essere l'incontro clou della giornata, cioè quello in diretta streaming con Beppe Grillo. Il quale è venuto solo per fare il suo solito show. E' stato praticamente un monologo, con le solite frasi ("Sono venuto a dimostrarti la nostra totale indignazione per quello che rappresenti: noi siamo coerenti tu non sei credibile. Noi faremo degli errori ma siamo coerenti. Noi non prendiamo soldi. Non abbiamo tempo per te, non abbiamo tempo da perdere. È finita caro"), a cui Renzi ha replicato con la sua consueta malizia: "Non è il trailer del tuo show, non so se sei in difficoltà sulla prevendita e se mai ti do una mano. Questo non è Sanremo. Esci da questo blog". 

Alla fine, Renzi ha tenuto la conferenza stampa finale, annunciando che il governo sarà formato entro sabato, giurerà entro domenica mattina e poi lunedì mattina sarà al Senato a chiedere la fiducia.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©