Politica / Politica

Commenta Stampa

Non verrà abolito il superbollo sulle grosse vetture

Video- Niente sconti, confermata la "mini-Imu" entro il 24 gennaio



Video- Niente sconti, confermata la 'mini-Imu' entro il 24 gennaio
08/01/2014, 11:56

ROMA - Nessuna novità, rimane confermato il pagamento della cosiddetta "mini-Imu", per oltre 12 milioni di italiani. Si tratta della seconda rata del 2013, per tutti coloro che abitano in Comuni che hanno deciso aliquote dell'Imu superiori al 4 per mille. Fino a questo limite, è lo Stato che ha assorbito con altre misure i mancati incassi; per la parte eccedente, ai cittadini toccherà pagare il 40%. 
Ovviamente la somma da pagare varia da città a città e da caso a caso. Per questo è stato deciso che sarà ogni sindaco ad inviare ai propri cittadini un modello F24 indicante la somma da pagare. Un "disturbo" che in molti casi potrebbe portare i sindaci a rinunciare, laddove le somme da richiedere siano troppo basse. 
Contemporaneamente è stato anche deciso di non toccare il cosiddetto superbollo, la tassa che si paga sulle vetture oltre i 185 KW di potenza, nella misura di 20 euro  per ogni KW eccedente. Ieri si era diffusa l'indiscrezione di una abolizione di questa tassa, creata nel 2011 dal governo Berlusconi ed aumentata nel 2012 dal governo Monti. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©