Politica / Parlamento

Commenta Stampa

VIGILANZA RAI: ULTIMA GIORNATA PER IL TOTO-VILLARI


VIGILANZA RAI: ULTIMA GIORNATA PER IL TOTO-VILLARI
20/11/2008, 08:11

Si dimetterà o no? Questa è la domanda che aleggia da diversi giorni, dato l'anomalo comportamento che sta tenendo Riccardo Villari, esponente del PD e presidente della Commissione di Vigilanza RAI eletto dalla destra. Inizialmente - secondo gli accordi intercorsi tra Italia dei Valori, Partito Democratico e UDC - qualunque persona che la Destra avesse eletto diversa dal candidato delle opposizioni, Leoluca Orlando, avrebbe dovuto immediatamente dimettersi. Cosa che non solo Villari non ha fatto, ma prima ha cominciato a prendere tempo, dicendo che sarebbe rimasto finchè non ci fosse stato un altro nome su cui si sarebbe misurata la convergenza tra i poli e che prima di dimettersi voleva parlare con le prime tre cariche dello Stato. Adesso il nome è stato scelto, quello di Sergio Zavoli; gli incontri con i Presidenti di Camera e Senato, per quanto brevissimi, ci sono stati (giustamente il Presidente della Repubblica si è tirato fuori da questo giochetto) e oggi alle 14.15 si riunirà la Commissione di Vigilanza RAI, durante la quale Villari dovrebbe dimettersi. Ma se ha ragione Antonio Di Pietro, che il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha "comprato" Villari, dopo averci provato con Orlando inutilmente, non ci saranno dimissioni e la maggioranza potrà avere anche la Presidenza della Commissione di Vigilanza RAI. E così il controllo di Berlusconi sui mass-media sarà totale.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©