Politica / Napoli

Commenta Stampa

“Vigili” di Napoli sindacalisti

Auricchio faccia chiarezza sulle sue dichiarazioni

“Vigili” di Napoli sindacalisti
04/07/2013, 16:36

NAPOLI - “Premesso che bisognerebbe definire agenti della Polizia Locale gli appartenenti al Corpo, perché chiamare le cose con il proprio nome indica anche il rispetto per le persone che svolgono ogni  giorno un lavoro molto complesso, restiamo stupefatti leggendo l’articolo sul numero dei sindacalisti presenti nel Corpo di Polizia Municipale del Comune di Napoli. “ Dichiara Salvatore Altieri, Segretario responsabile Cisl Fp Napoli

 

“Verrebbe da pensare quasi che l’amministrazione della Città, che continua a non attivare il confronto con le parti sociali, possa essere infastidita anche dalla presenza dei sindacalisti tra i propri lavoratori.

 

Chiedendo innanzitutto le scuse per le offese alla Polizia Municipale di Napoli che ogni giorno svolge il proprio dovere nonostante l’amministrazione non si preoccupi delle tutele delle condizioni lavorative- mancanza di divise, radio ed attrezzature idonee - vogliamo che il comandante Auricchio faccia chiarezza sulle sue dichiarazioni “– prosegue Altieri.

 

 

“Per quanto attiene poi il numero del “piccolo esercito” dei rappresentanti sindacali, a fronte dei 477 sindacalisti, indicati nell’articolo, vogliamo essere i primi a fare chiarezza: soltanto 36 appartengono alla Cisl Fp e di questi, negli ultimi sei mesi, solo 10 hanno usufruito di permessi sindacali da parte della nostra Federazione, di cui 6 anche in maniera del tutto occasionale.

 

Auspichiamo che anche altre sigle sindacali facciano chiarezza, soprattutto perché crediamo che la trasparenza e la regolamentazione a cui fa riferimento Auricchio andrebbero ricercate proprio in qualche sigla sindacale “vicina” all’amministrazione, tanto da firmare perfino un contratto decentrato che lede i diritti di tutti i lavoratori, e che per quanto si dice ha quasi 200 sindacalisti nel Comune di Napoli all’interno della Polizia Municipale.” Conclude il Segretario.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©