Politica / Regione

Commenta Stampa

Violenza di genere, assessore Russo: "Pronti 4,5 ml di euro"

Allo studio riparto stabilirà fondi da destinare a Comuni

Violenza di genere, assessore Russo: 'Pronti 4,5 ml di euro'
20/06/2013, 14:09

"Siamo riusciti a reperire 4,5 milioni di euro dal Fondo Nazionale Politiche Sociali per le misure di prevenzione e contrasto al pernicioso ed antico fenomeno della violenza di genere. Ogni Ambito territoriale avrà il suo centro antiviolenza. La cultura del rispetto richiede un impegno costante e capillare. Un riparto, esecutivo un momento dopo la pubblicazione del Bilancio gestionale, stabilirà la quota da destinare ai Comuni associati sulla base del numero di abitanti e della densità di popolazione". E' quanto annuncia l'assessore regionale all'Assistenza sociale, Ermanno Russo.

"L'attivazione dei Centri antiviolenza, ai sensi della legge regionale 2/2011, consentirà alle donne e alle altre persone maltrattate di ricevere aiuto e protezione sulla scorta di specifici percorsi di uscita dalla condizione di violenza", spiega l'assessore.

"I Centri - prosegue Russo - svolgeranno attività di accoglienza, sia telefonica che personale, consulenza psicologica, anche attraverso la predisposizione di gruppi di sostegno, assistenza e consulenza legale, orientamento e accompagnamento al lavoro".

"Sul piano della prevenzione - aggiunge l'assessore - gli Ambiti presenteranno dei progetti in fatto di cultura del rispetto della persona e di genere per iniziative di sensibilizzazione e denuncia sul fenomeno della violenza contro le donne e dell’omofobia". "Punteremo molto nella nuova programmazione sociale a valere sul PSR 2013/2015 anche sul coordinamento dei servizi presenti sul territorio e sul potenziamento dei centri antiviolenza attraverso presidi ospedalieri. Sul piano operativo sarà poi fondamentale il collegamento con la rete regionale antiviolenza e la raccolta, l'analisi e l'elaborazione dei dati emersi dai colloqui e dalle denunce presentate".

"Sul piano amministrativo - conclude Russo - è fissata in Regione per il 26 giugno una riunione con il subcommissario alla Sanità Mario Morlacco per affrontare in modo sinergico e concreto il problema".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©