Politica / Politica

Commenta Stampa

Violenza su donne, Petrone (Pd): "Bene convenzione di Instanbul"


Violenza su donne, Petrone (Pd): 'Bene convenzione di Instanbul'
29/05/2013, 15:17

“Il voto del Parlamento italiano sulla ratifica della Convenzione di Instabul è un passo importante ma in Campania occorre un impegno serio delle istituzioni regionali che finora hanno fatto solo chiacchiere, visto che si continua a vanificare la legge sulla violenza di genere approvata in Consiglio all’unanimità, non destinando ad essa alcun finanziamento né le risorse adeguate per applicarla”.

L’amara constatazione è del consigliere regionale del Pd, Anna Petrone, che ricorda come “nella legge regionale che è stata approvata da tempo, sia prevista un’opera di prevenzione culturale, fondamentale quanto quella repressiva”. “Se poi – continua Petrone - ci aggiungiamo che il Presidente Caldoro, pur facendo il rimpasto, non ha ritenuto opportuno istituire l’assessorato alle Pari Opportunità e che, in Consiglio regionale, la relativa Commissione, insediatasi orami due mesi fa, ancora non ha avviato alcun lavoro, si comprende quanto rischia di essere  strumentale l’attenzione verso questa materia e quanto sia offensivo per le donne e per quelle associazioni che invece sul territorio quotidianamente fanno i conti con una realtà difficile e delicata”.

“A tal proposito, proprio oggi – afferma il consigliere regionale del Pd – abbiamo scritto al Presidente del Consiglio Paolo Romano per sollecitare l’avvio dei lavori della Commissione Pari Opportunità”.

“Con la Commissione – conclude Petrone - con la legge sulla violenza di genere e in riferimento anche alla Convenzione di Instanbul si potrebbe avviare rapidamente un lavoro di raccordo istituzionale con le scuole e gli enti locali per promuovere iniziative di culturali di contrasto alla violenza”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©