Politica / Politica

Commenta Stampa

Visone (CON MONTI PER L'ITALIA): "Onestà e moralità al servizio della cosa pubblica"


Visone (CON MONTI PER L'ITALIA): 'Onestà e moralità al servizio della cosa pubblica'
21/02/2013, 12:00

SOLOFRA - Ultime battute prima del voto previsto per domenica 24 febbraio e lunedì 25. Eliana Visone, candidata UdC nella lista “Con Monti per l'Italia" al Senato in Campania, lancia il suo appello al voto. "La scelta di scendere in campo con l'UdC è dovuta a diversi fattori - spiega - Prima di tutto è il partito che più di tutti mi consente di esprimere quelli che sono i miei principi di cattolica praticante. Sono convinta che è arrivato il momento di provare a fare quella rivoluzione culturale e mettere in atto quell'auspicato rinnovamento di cui tanto si parla".

"Parto dal presupposto che la politica è azione volta al raggiungimento del bene comune, dove per bene comune intendo quel complesso di condizioni sociali che consente ad ogni persona il raggiungimento di obiettivi ragionevoli. L'attività politica deve saper stimolare momenti di aggregazione collettiva, ampliare il più possibile la partecipazione dei cittadini alla vita politica; deve essere spirito di servizio verso la collettività mettendo da parte ogni interesse personale".

"Onestà è moralità - continua Eliana Visone - devono essere le caratteristche di quelle donne e uomini che intendono occuparsi della cosa pubblica. In un momento come quello che stiamo vivendo, dove predomina l'ormai noto concetto di antipolitica, chi intende amministrare la cosa pubblica deve tornare a proporsi come animatore culturale, deve poter infondere quel sentimento di fiducia nel presente e nel futuro, deve essere un punto di riferimento col quale confrontarsi e relazionarsi".

"Intendo impegnarmi affinchè col vostro aiuto, con la passione e l'entusiasmo che mi animano si possa rafforzare di più il progetto in cui credo, un'Italia più equa e più meritocratica, più forte e competitiva in Europa, una Città, Solofra, che sappia rinnovarsi e rinascere secondo le sue vocazioni e risorse per ritornare allo splendore di una volta. Ricordiamoci - conclude - se lottiamo possiamo perdere ma se non lottiamo abbiamo già perso".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©