Politica / Napoli

Commenta Stampa

Vomero, riaprite al traffico via Luca Giordano


Vomero, riaprite al traffico via Luca Giordano
01/08/2012, 13:35

“ L’ennesimo dissesto annunciato in via Gino Doria, che ieri ha paralizzato il traffico al Vomero, impone una rivisitazione del provvedimento con il quale è stata istituita l’isola pedonale in alcuni tratti di via Luca Giordano – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. La consistenza del subsuolo della carreggiata di via Doria non sembra, alla luce di vari eventi consimili, poter consentire di tollerare la gran mole di traffico, anche pesante, al quale la suddetta strada è sottoposta quotidianamente col rischio che, come in passato, potrebbero manifestarsi altri sprofondamenti “.

 

            “ Propongo di riaprire alla viabilità via Luca Giordano – continua Capodanno – ripristinando il vecchio dispositivo di traffico con la corsia riservata per i mezzi provenienti da via Scarlatti e diretti verso piazza degli Artisti “.

 

            “ Peraltro per molti versi l’istituzione di brevi tratti di isola pedonale, perché di questo si tratta, in via Luca Giordano si è dimostrata fallimentare – puntualizza Capodanno -. Un’isola che a ragione dei varchi permanentemente aperti, in certe ore è più intasata delle strade non interdette al traffico. Una pedonalizzazione effettuata per piccoli tratti per tener conto degli incroci e della presenza di un parcheggio. Un’isola che nel tratto tra piazza degli Artisti e via Carelli, diventa poi zona a traffico limitato. In definitiva un ibrido che doveva rappresentare una sperimentazione la quale, nei fatti, è fallita, aggravando peraltro le condizioni del traffico sulle strade limitrofe “.

 

            “ Un’isola pedonale – prosegue Capodanno - che non ha mai beneficiato di alcun nuovo stallo di parcheggi pubblici, costringendo gli automobilisti ad avvalersi dei pochi parcheggi privati presenti in zona, le cui tariffe sono, nel contempo, fortemente lievitate, allontanando anche potenziali acquirenti che venivano al Vomero con la propria autovettura, Ciò pure per il mancato contestuale potenziamento del sistema di trasporto pubblico, che anzi ha subito una forte riduzione nell’area interessata, dopo la chiusura al traffico pesante del ponte di via Cilea, che permane da ben 15 mesi “.

 

            “ Un vero e proprio flop, peraltro prevedibile, di un provvedimento varato dalla precedente gestione amministrativa, senza predisporre le necessarie opere a coronamento per l’istituzione di un’area pedonale – conclude Capodanno -. Un dispositivo da revocare restituendo alla viabilità una delle poche arterie, degne di questo nome, a disposizione del popoloso quartiere collinare “.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©