Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Assange forse in Inghilterra, nuovo mandato di cattura

Wikileaks: Berlusconi malato, e sapeva di Marrazzo


Wikileaks: Berlusconi malato, e sapeva di Marrazzo
02/12/2010, 17:12

ROMA - Continuano ad essere resi noti nuovi dispacci diplomatici statunitensi, su Wikileaks. E quelli che parlano dell'Italia non lo fanno in termini entusiastici. In particolare sono interessati i rapporti dell'ambasciatore Usa in Italia Ronald Spogli, tramite il Presidente della Commissione DIfesa al Senato, Giampiero Catoni, senatore del Pdl. In particolare si fa riferimento al fatto che nel 2006 Berlusconi chiese a Bush un aiuto elettorale, sotto forma di un invito a parlare al Congresso Usa (cosa che poi effettivamente avvenne). Spogli consigliò di accettare solo a condizione che questo comportamento non pregiudicasse i loro rapporti con Prodi e che Berlusconi si impegnasse contro la Russia e l'Iran. Un altro cablogramma del 2009 descrive un Berlusconi molto malato, a causa delle continue feste: "I risultati dei test medici su Berlusconi hanno rivelato un vero disastro. Siamo tutti molto preoccupati". Notizia che ha provocato l'immediata smentita sia di Gianni Letta ("Il Presidente del Consiglio era ed è in piena forma, con la vitalità che tutti gli riconoscono e ha sempre affrontato ogni situazione con l'abituale determinazione e la 'grinta' di sempre") e del medico personale del premier, Alberto Zangrillo: "Vengo informato che sul sito online di Repubblica sono apparse alcune dichiarazioni asseritamente riferite al Sen. Cantoni, riguardanti lo stato di salute del Presidente del Consiglio nel 2009. In particolare, si farebbe riferimento a esami medici estremamente preoccupanti. Debbo evidenziare che tali affermazioni contrastano totalmente con la realtà: il Presidente del Consiglio, per sua fortuna, è costantemente dotato di un profilo ematochimico paragonabile a quello di un giovane adulto assolutamente sano. I noti episodi di svenimento erano riferibili a una patologia di natura aritmica cardiaca che è stata a suo tempo corretta. Sento il peso di dover violare i sacri principi della deontologia professionale per tacitare con rigore l'inqualificabile speculazione avente per oggetto lo stato di salute del Presidente".
Altra notizia di spicco riguarda la vicenda di Piero Marrazzo, del quale Berlusconi non solo era a conoscenza, ma raccontava anche ciò che facevano i magistrati. Infatti il cablogramma dice: "Durante il colloquio (con l'ambasciatore, ndr) Berlusconi ha chiamato il senatore, per confidargli che ci sarebbe stato a breve un arrestato di quattro carabinieri, accusati di ricattare il presidente della Regione Lazio con un video a luci rosse". Nello stesso cablo, si accenna anche alla vicenda di Noemi Letizia, indicando che secondo il premier italiano "i Servizi segreti italiani lo potrebbero aver deliberatamente incastrato nella presunta storia che lo vede coinvolto con una minorenne".
In conseguenza di queste rivelazioni, il capogruppo del Pd alla Camera, Dario Franceschini, ha chiesto che il Presidente del Consiglio venga in aula a riferire, mentre Antonio Di Pietro, leader dell'Idv, annuncia che chiederà una commissione di inchiesta sugli scambi commerciali con la Russia, che alcuni cablogrammi indicano come diretti all'arricchimento personale di Berlusconi.
Intanto prosegue la ricerca di Julian Assange, fondatore di Wikileaks, dopo che l'Alta Corte svedese qusta mattina ha respinto il ricorso presentato dagli avvocati. Secondo indiscrezioni, l'australiano si trova nascosto in Inghilterra, in un posto che la polizia inglese conosce. Per questo i magistrati di Stoccolma sembra stiano preparando un nuovo mandato di cattura, adatto alla legge inglese, che affianchi quello che è stato già fatto e che è usato dall'Interpol per le ricerche nel mondo.
Ma l'accanimento, iniziato e fomentato dagli Usa, contro Julian Assange (oggi una emittente radio ha addirittura offerto una taglia per la ccattura di Assange) preoccupa la Federazione internazionale dei giornalisti, che hanno espresso le loro preoccupazioni in un comunicato, nel quale denunciano i rischi per la vita non solo del fondatore di Wikileaks, ma anche di Bradley Manning, il soldato che in passato ha passato ad Assange svariati filmati militari ripresi dagli elicotteri mentre sparavano su obiettivi civili.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©