Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Zaia: "Dialetto e tradizioni sono pilatri della nostra identità"


Zaia: 'Dialetto e tradizioni sono pilatri della nostra identità'
12/12/2009, 11:12


ROMA - “Lingue madri e le tradizioni sono i pilastri della nostra identità, trova quindi il mio pieno appoggio il progetto ‘Il dialetto si re-impara a scuola’. Dopo Genova, questa settimana si aggiunge Foligno a quella lunga lista di comunità locali che hanno deciso di introdurre il dialetto e la cultura locale tra le materie insegnate a scuola. Queste forme di democrazia dal basso non fanno che confermare il principio che gli italiani non vogliono cancellare la loro identità, quell’identità che, voglio aggiungere, non dobbiamo cancellare”. Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia all’annuncio dell’insegnamento di dialetto e cultura locale nella scuola elementare di Sterpete, nel Folignate.
“Le identità locali meritano di vivere anche nelle nostre istituzioni scolastiche. Oltre al forte valore di coesione culturale le lingue locali si dimostrano ogni giorno importanti fattori di coesione sociale”. Anche i nostri figli hanno il diritto di conoscere la storia delle loro terre e la lingua della loro comunità, iniziative come questa meritano quindi tutto il nostro appoggio incondizionato”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©