Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Zaia: "Spumanti, non creiamo inutili allarmismi"


Zaia: 'Spumanti, non creiamo inutili allarmismi'
14/11/2009, 12:11


ROMA - Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, in merito alla questione sollevata dall’Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte Mino Taricco sulla pratica della presa di spuma per i vini spumanti, chiarisce che il provvedimento cui fa riferimento l’Assessore si è limitato a fornire risposta a richieste di chiarimento da parte di alcune organizzazioni di produttori. In tal senso è stata chiarita la legittimità della pratica in oggetto che viene prevista dal Regolamento comunitario n. 606/2009 allegato 2 e non deve essere confusa con l’arricchimento. Peraltro la questione è stata oggetto di discussione e approfondimento negli ultimi mesi nell’ambito del Comitato vini e, più di recente, nei tavoli di discussione per la revisione della legge 164/92 che prevede tale pratica. Pertanto i tavoli di lavoro per la legge 164 attualmente in corso sono la sede appropriata per approfondire rapidamente e nel dettaglio i temi sollevati, discutendone le rappresentanze della filiera e delle Regioni. “Data la situazione difficile in cui versano i nostri viticoltori, situazione determinata dalla crisi e dalla fase di mercato – ha detto il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia - richiamo alla sensibilità necessaria tutti gli attori politici coinvolti affinché si evitino inutili allarmismi. Abbiamo le sedi tecniche preposte ad affrontare adeguatamente i problemi senza che ci sia la necessità di ricorrere ad annunci o proclami. E visto che, anche su altri temi recenti, sono stati adottati chiarimenti e deroghe, bisogna assolutamente evitare di ricorrere a pesi e misure diverse in funzioni dei singoli interessi”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©