Politica / Napoli

Commenta Stampa

Zoo. Sopralluogo dei Verdi: " gli animali stanno bene ma siamo preoccupati per l' ondata di gelo"


Zoo. Sopralluogo dei Verdi: ' gli animali stanno bene ma siamo preoccupati per l' ondata di gelo'
31/01/2012, 16:01

"Siamo estremamente preoccupati - dichiarano il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli ed il segretario cittadino Vincenzo Peretti - per lo stato di benessere degli animali ospiti dello Zoo di Napoli. Tra l' altro non solo potrebbero rimenere senza cibo nei prossimi giorni ,a causa della mancanza di liquidità economica del parco, ma anche poco protetti di fronte all' ondata di gelo che è in arrivo in città. Stamane durante un immediato sopralluogo che abbiamo effettuato allo Zoo abbiamo riscontrato che gli animali sono stati regolarmente nutriti e sono in buona salute ma già ci stiamo attivando con diverse associazioni e comitati per effettuare una nuova raccolta fondi e cibo ,come abbiamo già fatto il 6 Gennaio, per tutti gli ospiti della struttura che potrebbero rimanere senza viveri e riscaldamento nella settimana più fredda degli ultimi 27 anni".
"Proprio lunedì scorso - continuano Borrelli e Peretti - assieme a diversi comitati e cittadini abbiamo incontrato il Sindaco De Magistris con il vice Sindaco Sodano e l' Assessore Esposito per discutere del bando internazionale che sarà emanato dal Tribunale fallimentare nelle prossime settimane per la nuova gestione dell' area ( Edenlandia, Zoo ed ex Cinodromo ) posticipando la data prevista del 31 Gennaio per permettere al comune di raccogliere i suggerimenti della città. Per quanto ci riguarda noi avanziamo queste proposte: innanzitutto che il Parco Zoo con i suoi ospiti sia scorporato nella gestione da Edenlandia ed ex Cinodromo, poi che chiunque si aggiuduchi l' utilizzo dell' area per i prossimi anni assorba gli oltre 70 dipendenti, che gli animali anziani e malati restino nella struttura curati e nutriti fino al termine naturale della loro esistenza. Inoltre chiediamo che per parco Zoo non sia prevista nessuna nuova costruzione o abbattimento di alberi o modifica dell' ecosistema esistente che è unico in Europa. Infine che almeno il Parco Zoo nella nuova gestione sia fruibile gratutitamente a tutti senza biglietto ed in futuro che sia prevista solo la presenza di animali delle fattorie didattiche o tipicamente locali come le capre napoletane".
"La vicenda degli ospiti del parco Zoo abbandonati e dimenticati da tutti - dichiarano gli esponenti delle associazioni animaliste napoletane Aldoina Filangieri delle Amiche di Lù ed il docente della facoltà di Veterinaria Luigi Esposito degli Ecologisti Riformisti - ci spinge a prendere le distanze da associazioni come la Lav sostenuta da personaggi a nostro vedere molto discutibili come l' On. Michela Brambilla che fanno solo battaglie ideologiche ed estremiste ma poi lasciano senza remore gli animali a morire senza interessarsi al loro destino. Vorremmo che il Sindaco ascoltasse la voce di chi si occupa concretamente degli animali dello Zoo e non di chi li utilizza in modo spregiudicato per farsi pubblicità o peggio fare business".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©