Politica / Napoli

Commenta Stampa

Sotto i riflettori i quartieri Spagnoli e la Pignasecca

Ztl, la Donati spiega il piano in commissione


.

Ztl, la Donati spiega il piano in commissione
05/09/2012, 16:41

NAPOLI –  Un piano particolareggiato degli interventi per la mobilità sostenibile per la Ztl del mare, dei Quartieri Spagnoli e del quartiere Tarsia-Pignasecca. Si è discusso di questo in commissione mobilità in via verdi questa mattina, alla presenza anche dell’assessore al ramo Anna Donati.

La riunione ha avuto come obiettivo quello di accendere i riflettori sui punti salienti del piano: “La Ztl – ha specificato l’assessore - sarà ampliata nella fascia oraria 8 -19 per quanto riguarda il Lungomare, una volta attivati i varchi telematici. Il centro antico, invece, sarà off limits alle auto dalle 7 alle 18. La zona a traffico limitato sarà, poi, estesa anche alle zone adiacenti di Tarsia Pignasecca per eliminare il traffico improprio di veicoli e per ampliare le aree pedonali, in particolare nei Quartieri spagnoli, nell’ambito di una complessiva riqualificazione delle strade e dello spazio destinato ai residenti”.

E non è stata trascurata la questione dei parcheggi a ridosso delle zone ZTL. L’assessore ha, infatti, ricordato che sono in corso di elaborazione nuovi accordi con i garage privati per tutelare quanti hanno l’esigenza di ingressi quotidiani. “In questo modo si potranno prevenire abusi ed evitare multe ingiustificate. Anche a NapoliPark – spiega la Donati -  è stato chiesto di approntare un sistema di rilevazione che consente di conoscere la disponibilità dei posti liberi”.

Prevista nell’ottica del funzionamento ottimale delle Ztl anche una riorganizzazione del trasporto pubblico, soprattutto, quello su gomma al momento in grossa sofferenza. “Ci sarà- ha proseguito la Donati- una riqualificazione di macroaree che prevede tra i vari progetti la pavimentazione del Lungomare e la sistemazione della riviera di Chiaia”.  

Perplessità sul piano presentato dalla Donati sono state espresse dal consigliere Aniello Esposito, secondo il quale i provvedimenti sono a rischio tenuta per la crisi dei trasporti pubblici. Ma non è stato il solo. Sulla stessa lunghezza d’onda il consigliere Fiola, che pur dichiarandosi non contrario a questo tipo di provvedimenti, ha espresso il suo dissenso nei confronti di quelli attualmente in vigore, in quanto non apportano alcun tipo di beneficio alla vita dei cittadini. Per questo motivo il consigliere Fiola ha annunciato l’intenzione di promuovere un referendum abrogativo.

Sulle difficoltà dei trasporti in città la Donati ha ricordato la situazione di crisi del settore causata dai tagli a livello centrale e regionale, e le difficoltà di cassa del Comune; il tema sarà affrontato anche con la fusione delle aziende della mobilità.  

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©

Correlati