Politica / Politica

Commenta Stampa

Zuccaro: “2011 un anno importante”


Zuccaro: “2011 un anno importante”
28/12/2011, 15:12

"Questo 2011 ha segnato enormi cambiamenti, ma ha anche tracciato una strada importante per la ripresa della nostra regione Campania. Il presidente Caldoro è riuscito, tra una serie di infinite difficoltà ereditate, a tracciare una strada importante, e, all’interno della stessa, sono state gettate solide basi per una ricrescita lenta ma importante di tutto il territorio. Ad un anno e mezzo dal suo insediamento sono evidenti gli interventi messi in campo. Dalla politica del lavoro che finalmente si è dotata di un progetto serio, a quella dei rifiuti, per non dimenticare il recupero di una credibilità nazionale ed internazionale che una precedente classe politica aveva disastrosamente perso. Finalmente abbiamo un “ manifesto” del turismo, che porterà effetti importanti neòl prossimo futuro. Un serio intervento su Pompei ed il recupero di tante aree volte al turismo e al’accoglienza. Tutto può dirsi sull’opera del presidente Caldoro tranne che questi non abbia messo in campo tanta professionalità ed onesta, al punto che la stessa è riconosciuta indistintamente sia da destra che da sinistra , ma soprattutto è riconosciuta dalla stessa cittadinanza. Tanto ancora v’è da fare, ma il percorso è stato tracciato. In questo solco occorrerà mettere” mano” ad una strategia del recupero delle risorse per troppi anni sprecate a pioggia, ed alla verifica dell’immenso patrimonio regionale, fonte importante per un recupero di quella liquidità necessaria per intervenire in settori strategici quale quelli del lavoro, della piccola impresa e delle classi deboli. In questo contesto non può passare inosservato l’enorme lavoro di restailing della stessa macchina amministrativa regionale. Non può passare inosservato l’attenzione ed il recupero di credibilità in un settore strategico come quello della sanità Una macchina regionale più snella, con precise ed individuate responsabilità che pongono la regione Campania in linea con il trend nazionale. In questa ottica il governo deve necessariamente mettere in campo una strategia “della premialità”, vale a dire analizzare i trend di crescita delle varie regioni e premiare quelle che hanno dimostrato di puntare alla virtuosità nonostante la presenza ancora di un forte indebitamento. In questo quadro la Campania è stata nel 2011 la più virtuosa riuscendo a tagliare spese inutili, a mettere in campo progetti a largo respiro, e soprattutto imporre una cultura del rispetto della res pubblica e della sua valorizzazione. Il 2012 segnerà il momento dei progetti di crescita. Tanta strada ancora da percorre ma con la necessaria e dovuta fiducia che il futuro potrà rappresentare una bella sorpresa.". Così l'Avv. Maurizio Zuccaro, Presidente associazione liberi cittadini palazzo S. giacomo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©