Politica / Regione

Commenta Stampa

Zuccaro: "ostaggi di Cosentino"


Zuccaro: 'ostaggi di Cosentino'
03/06/2011, 14:06

“La scelta di Angelino Alfano, quale nuovo segretario della pdl apre uno scenario nuovo e di grande rinnovamento. Non è possibile che a livello regionale campano la PDL resti ostaggio nelle mani di Cosentino, nel decidere o meno se lasciare spazio al nuovo che avanza. Un ciclo s’era chiuso politicamente già un anno fa, dopo l’elezione di Stefano Caldoro, la cui vittoria non è certo frutto dell’opera di Cosentino, come dimostrano i fatti poi emersi nell’ambito della vicenda giudiziaria che ha colpito lo stesso coordinatore regionale. Invero proprio il grande successo di forza del sud, che non ha per nulla indebolito la pdl, anzi,è testimonianza del malcontento del popolo di centro destra, il quale fortunatamente ha trovato nella coalizione guidata dal governatore, un isola felice e di salvezza. Ogni giorno di gestione Cosentino, significa indebolimento per tutto il movimento della libertà, il cui popolo e non solo quello, non è più disposto a vedersi guidato dall’attuale classe dirigente che ha dimostrato ancora una volta di essere logora,inattuale,ed incapace ed inadatta nel gestire i futuri processi di cambiamento in atto nella nostra regione”. Così in una nota Maurizio Zuccaro, Segretario cittadino NPSI Napoli

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©