Provincia / Ercolano

Commenta Stampa

È stata inaugurato questa mattina il nuovo “Parco del Miglio d’Oro”


È stata inaugurato questa mattina il nuovo “Parco del Miglio d’Oro”
20/09/2012, 16:06

È stata inaugurato questa mattina dal primo cittadino,  Dott. Vincenzo Strazzullo mattina nuovo “Parco del Miglio d’Oro”. L’opera, realizzata dal comune  nell'abito del programma integrato Urbano “Più Europa città di Ercolano” con i Fondi  POR FESR Campania 2007/2013 rientra nel piano di riqualificazione Urban Herculaneu. Il parco  è stato progettato sulla scorta della cartografia storica del Duca di Noja (XVIII sec.). La nascita del nuovo parco è funzionale al completamento del sistema di collegamento pedonale tra le Ville Vesuviane Campolieto e Ruggiero”.  Al taglio del nastro,  tra gli altri hanno preso l’assessore regionale, Marcello Taglialatela e Nino Daniele, presidente dell'Osservatorio sulla camorra e l' illegalità in Campania. A fare gli onori di casa poi ci saranno il primo cittadino, Vincenzo Strazzullo, gli assessori   all’urbanistica  Salvatore Solaro e al verde pubblico Giocchino Acampora . “ Sono soddisfatto di partecipare a quest’iniziativa, - ha dichiarato Marcello Tagliatatela- questa struttura è stata realizzata usufruendo i fondi di “Più Europa”una delle pratiche migliori messe in atto dalla regione Campania sotto la guida del Governatore Stefano Caldoro. La conclusione di tale progetto è stato possibile anche grazie  forte all’impegno profuso dalla Dott.ssa  Maria Andinolfi.” Il nuovo parco pubblico è stato consegnato nelle mani  della nuova generazione di cittadini ercolanesi, infatti, il Sindaco Vincenzo  Strazzullo ha affidato il compito del taglio del nastro ad un giovane studente di una delle scuole cittadine presenti alla manifestazione. “ l’inaugurazione d’oggi- ha sottolineato il Sindaco-  è motivo di vanto per l’amministrazione cittadina, è l’esempio di come ad Ercolano continui a farsi strada una politica di rinnovamento e trasformazione. Oggi restituiamo alla città un’area nella quale fino a pochi anni fa sorgeva il rudere di un ospedale mai ultimato, questo posto insieme all’ex scuola Iaccarino dalla cui ceneri è sorto il Mav devono rappresentare il simbolo tangibile della rinascita della nostra città. Questo posto deve essere emblema di legalità e conoscenza infatti, in questa stessa villa il 23 settembre del 2010 fu piantato dall’amministrazione comunale insieme  ai Volontari di “Radio Siani” un albero d’ulivo in ricordo di Giancarlo Siani cronista del Mattino  assassinato il 23 Settembre 1985. Siamo giunti a quest’importante momento per tutta la città grazie forte sinergia e collaborazione che è nata tra l’amministrazione cittadina e il Dott.Marcello Tagliatatela.  Le opere realizzate ad Ercolano in questi ultimi anni devono far riflettere sull’importante opera di riqualificazione messe in atto in città, le attività potate a conclusione sono frutto di un lavoro di continuità messe in atto dalle amministrazioni che si sono susseguite, la realizzazione di questo spazio è stato realizzato seguendo un indirizzo lanciato nel 2003 dal ex sindaco l’on Luisa Ossa.” “ Finalmente oggi si chiude un importante progetto lanciato dall’amministrazione Bossa che in seguito  ha trovato appoggio anche nelle gestioni  comunali che si sono susseguite, ad Ercolano oggi si aprono le porte del primo progetto realizzato con i fondi del Più Europa nell’area Vesuviana” , queste le parole dell'assessore  all’urbanistica  Salvatore Solaro. Entusiasta Giocchino Acampora che ha spiegato “in questa struttura siamo riusciti a collocare anche gli uffici del settore giadini, grazie a questa mossa tale struttura sarà costantemente monitorata, ma la vera vittoria potremo incassarla quando questo parco sarà animato dai cittadini, con l’auspicio che tale spazio sia un punto di riferimento per i bambini della città. Abbiamo voluto tracciare una linea che tra storia cultura e attività ludico ricreative , infatti sulle panchine abbiamo deciso di far incidere delle frasi celebri come  Albert Eistein. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©