Provincia / Portici

Commenta Stampa

Allarme sicurezza nella zona del Granatello

18enne accoltellato per un complimenti di troppo


18enne accoltellato per un complimenti di troppo
04/08/2011, 15:08

PORTICI - Un complimento di troppo poteva costare la vita ad un giovane di Portici che è stato accoltellato all’addome durante una rissa ed ora è ricoverato in prognosi riservata anche se le condizioni sono migliorate. Lo spiacevole episodio è avvenuto in località Granatello patria della movida porticese dove ogni fine settimana, in particolare, si riversano i giovani dell’hinterland vesuviano per trascorrere qualche ora in compagnia di amici. Alla base della colluttazione, secondo quanto si apprende dai primi accertamenti, il giovane, incensurato, si trovava in compagnia di amici e si è avvicinato ad alcune ragazzine rivolgendo qualche apprezzamento che non sarebbe piaciuto agli amici, non del luogo, che le accompagnavano ed ha scatenato la rissa. Subito soccorso il ragazzo è stato trasportato all'ospedale Loreto Mare dove è stato operato d'urgenza. Al momento dell’aggressione era presente anche il sindaco di Portici Enzo Cuomo che ha anche partecipato ai primi soccorsi del ragazzo agonizzante e si è detto amareggiato per quanto accaduto anche perché da diverso tempo ha dichiarato di aver  più volte richiesto un potenziamento dei controlli nella zona da parte delle forze dell’ordine con la presenza di una pattuglia di polizia dalle 23.00 alle 01.00 in quell’area, che attualmente è supervisionata dalla polizia municipale. In effetti la zona è poco controllata, la zona del porto ma anche quella dei locali non è sorvegliata e per raggiungere alcuni locali bisogna attraversare delle strade solitarie dove è difficile chiedere aiuto in un eventuale aggressione, anche perché la zona non ha nelle vicinanze abitazioni ma sedi di aziende come l”Enea. I vigili invece sono di pattuglia all’ingresso della zona a traffico limitato per gestire il traffico veicolare che in alcuni momenti della giornata non possono transitare nella zona. E visto che l’area è apprezzata da un’utenza molto ampia che raggiunge le 5000 persone ogni sera, specialmente in queste serate estive, sarebbe il caso di approfondire questo aspetto perché come dice il detto “dopo il furto misero i cancelli di ferro” sarebbe davvero sconcertante aspettare episodi più gravi per prendere provvedimenti.

 

 

 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©