Provincia / Caserta

Commenta Stampa

In sala tanti senegalesi ma anche egiziani e bengalesi

300 musulmani a raccolta per la preghiera del sacrificio

Il rito celebrato dall'Imam Youssou Niang

.

300 musulmani a raccolta per la preghiera del sacrificio
26/10/2012, 12:24

SAN MARCO EVANGELISTA - Oltre 300 musulmani in preghiera questa mattina nella moschea di San Marco Evangelista, nel Casertano, per celebrare la festa del sacrificio. Una festa sacra per gli islamici che ricordano così la disponibilità di Abramo a sacrificare il figlio Ismaele per adempiere l'ordine di Dio che poi alla fine sostituì il bambino con una pecora.   ‘Per noi questo è un momento molto importante – spiega l’Imam di San Nicola La Strada, Youssou Niang – è una festa che ogni musulmano deve celebrare’. Arrivano alla spicciolata, a piedi, in bici, in macchina. Qualcuno ha lasciato le campagne, molti clandestini che di solito stazionano ai semafori hanno abbandonato spazzole e secchi agli angoli delle strade. Alle 10 in punto tutti sono nei locali messi a disposizione dall’amministrazione comunale per la preghiera del venerdì .  In prevalenza sono senegalesi ma ci sono anche tanti marocchini, egiziani, tunisini, malesi e abitanti del Bangladesh. ‘Siamo tutti musulmani – dice l’imam – e i casertani finalmente hanno imparato a capire che non siamo terroristi’. E sui rapporti con la Chiesa e le istituzioni locali l’Imam ha aggiunto: ‘Siamo grati al vescovo e alla Caritas per tutto quello che fanno per noi’.

Commenta Stampa
di Daniela Volpecina
Riproduzione riservata ©