Provincia / Torre del Greco

Commenta Stampa

Ricoverato con 2 costole rotte ed un polmone fuori uso

40enne denuncia: "pestato dai carabinieri".


40enne denuncia: 'pestato dai carabinieri'.
03/08/2011, 11:08

TORRE DEL GRECO - Arriva da Torre del Greco una storia, che se trovasse conferma, avrebbe dell’incredibile; si parla ancora una volta di una storia in cui ci sarebbe un pestaggio da parte dei tutori dell’ordine nei confronti di un inerme cittadino. E purtroppo la cronaca in alcune recenti vicende ha appurato che davvero è possibile un evento del genere, anche se va detto che i fatti vanno sempre riscontrati da ambedue le parti per cercare di trovare il bandolo della matassa. Giuseppe Sgambato 40enne della città corallina dal suo letto della 36esima Pneumologia del Cardarelli denuncia di essere stato malmenato dai carabinieri a sua detta senza una ragione. I fatti risalgono a domenica ma sono stati resi noti solo ieri in attesa dell’ordine di scarcerazione da parte del Gip. Il 40enne, che gestisce un negozio di scarpe ad Ercolano, racconta che sabato sera si trovava nella sua abitazione quando il cognato gli chiede di scendere perché sta discutendo con due persone e quindi ha bisogno di un sostegno, poco dopo arrivano i carabinieri chiedendo quello che stava accadendo ma Sgambato riferisce di aver tranquillizzato i militari dicendo che se la stavano vedendo loro. Sembrava tutto finito ma domenica mattina uomini, in divisa ed in borghese, si presentano presso la sua abitazione chiedendogli dove nascondesse la droga ed a questo punto, secondo il racconto dell’uomo, comincia il pestaggio da parte dei carabinieri sino a che, dolorante, viene condotto in caserma. Sgambato racconta ancora che riesce ad ottenere l’intervento del 118 solo quando rassicura che avrebbe detto di essersi fatto male durante una caduta accidentale e così arriva l’autoambulanza che lo conduce all’ospdedale Maresca di Torre del Greco dove viene ricoverato e sottoposto ad accertamenti quali radiografia e tac che decretano una duplice frattura costale e un "pneumotorace traumatico" che gli ha messo fuori uso un polmone e per questo gli viene inserito il drenaggio. Lunedì poi arriva il trasferimento al Cardarelli e dopo l’interrogatorio il Gip Ludovica Mancini firma il decreto di scarcerazione, a suo favore c’è che è incensurato e che non c’è pericolo di una eventuale reiterazione del reato. Rimane dunque da stabilire un po’ di cose e valutare la dinamica di quanto accaduto, sino ad ora però l’unico fatto certo è che Giuseppe Sgambato è ricoverato al Cardarelli con due costole rotte ed un polmone fuori uso.

 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©