Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Questa mattina la conferenza stampa di presentazione

6mila lavoratori in Cig, appello della Cisl alle istituzioni

Il sindacato propone manifesto per lo sviluppo territoriale

.

6mila lavoratori in Cig, appello della Cisl alle istituzioni
03/01/2013, 11:51

CASERTA - Oltre 6mila lavoratori in CIG in deroga, 325 aziende in crisi irreversibile o in chiusura mentre altri 3.399 lavoratori, in regime di CIG straordinaria, sono a spasso a seguito della crisi del comparto industriale e di quello edilizio. E’ un quadro drammatico quello delineato dalla Cisl di Caserta in occasione della prima conferenza del 2013. Un incontro fissato per presentare alla stampa un manifesto per un nuovo progetto di sviluppo territoriale. Un manifesto al quale il sindacato spera possano aderire anche le associazioni imprenditoriali, la Camera di Commercio, l’Università, le banche e tutte le istituzioni ‘al fine di – si legge nel documento - creare una rete e una sinergia intorno ai problemi del territorio e alle soluzioni occorrenti per mettere in campo proposte serie e concrete che affrontino le emergenze e indichino una strada di ripresa’. Lavoro e welfare, questi i punti chiave del manifesto secondo il segretario generale Carmine Crisci che al riguardo ha dichiarato: ‘Bisogna puntare sulle infrastrutture e sulla difesa dei comparti industriali strategici, sostegno alle piccole aziende attraverso nuove politiche del credito, sviluppo del turismo, rilancio dell’agricoltura, che rappresenta il 19% del Pil provinciale, attraverso la costruzione di una vera e propria filiera agro-alimentare territoriale e assistenza per lo sviluppo dell’artigianato, un settore attualmente abbandonato a se stesso e che invece potrebbe rappresentare un vero e proprio volano di sviluppo del territorio’.

Commenta Stampa
di Daniela Volpecina
Riproduzione riservata ©