Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Presenti i vertici nazionali e regionali di Odg e di Fnsi

A battesimo l’Associazione Giornalisti Terra di Lavoro

Eletto presidente il consigliere nazionale Odg Stravino

.

A battesimo l’Associazione Giornalisti Terra di Lavoro
02/12/2013, 11:46

CASERTA - E’ nata ufficialmente l’Associazione giornalisti Terra di Lavoro, al termine dell’assemblea costitutiva che si è svolta, nel fine settimana appena trascorso, nella cornice di Villa Vitrone a Caserta. A tenere a battesimo l’evento, il gotha nazionale e regionale dell’Ordine dei Giornalisti e dell’Assostampa; al tavolo della presidenza, infatti c’erano Salvatore Campitiello, consigliere nazionale Odg, Mimmo Falco, componente giunta esecutiva Fnsi, Paolo Pirovano, segretario consiglio nazionale Odg, e Pino De Martino, segretario consiglio regionale Odg. Tra i circa centocinquanta giornalisti presenti in sala, si confondevano Angelo Ciaravolo, revisore dei conti consiglio nazionale Odg, Massimiliano Musto, consigliere nazionale odg, Claudio Ciotola, componente esecutivo nazionale Odg, Vera De Luca consigliere nazionale Odg, Elia Fiorillo, consigliere nazionale Fnsi, Lucio Perone, consigliere regionale Odg, Mario Orlando consigliere Assostampa Napoli e Agostino Falco, componente collegio sindaci Assostampa Napoli. Messaggi di auguri sono arrivati dai consiglieri nazionali dell’Odg Alessandro Savoia, Alessandro Sansoni, Annamaria Riccio, Francesco Ferraro e Carlo Conte. Significativa la presenza istituzionale che ha salutato la nascita dell’associazione, con il presidente della Camera di Commercio Tommaso De Simone e quello della Provincia Domenico Zinzi. A fare gli onori di casa, Riccardo Stravino, consigliere nazionale dell’Odg, eletto, al termine dell’assemblea, presidente dell’Associazione che conta ben ottanta soci fondatori. “L’associazione rappresenta il momento finale di un percorso cominciato nello scorso mese di maggio all’indomani della mia elezione – ha spiegato Stravino – dopo un tour per la provincia e per le sue realtà, abbiamo deciso di costituire un soggetto unitario che sia rappresentativo della categoria e delle sue istanze”. Stravino ha anche fissato i temi delle prime iniziative che metterà in campo l’associazione. “Avvieremo una battaglia per fare in modo che venga applicata la legge 150 del 2000 che impone agli enti di dotarsi di un ufficio stampa – ha spiegato – basta con il ricatto degli amministratori nei confronti dei colleghi che non vedono riconosciuto quello che è il loro diritto ad esercitare la professione. Metteremo mano anche nelle scuole per avviare una sinergia vera con l’istituzione che consenta ai colleghi di poter collaborare ai progetti Pon sul giornalismo. Le nostre parole d’ordine – ha concluso - sono identità, riconoscimento dei diritti della categoria e unità”.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©