Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Il convegno con gli esperti alla Reggia l'11 e 12 maggio

A Caserta un Focus sulla Sclerosi laterale amiotrofica

Sempre più alto il numero dei casi tra i giovani

A Caserta un Focus sulla Sclerosi laterale amiotrofica
27/04/2012, 20:04

CASERTA - Si svolgerà venerdì 11 e sabato 12 maggio presso il Teatro  dell'Aeronautica Militare di Caserta, il Focus sulla SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica),  promosso dall'Università popolare di San Benedetto in collaborazione con il Collegio Provinciale dell’IPASVI, l’ANAFIM Sez. Caserta-Campania, l’AISLA Sez. Caserta-Napoli. La Conferenza Stampa di presentazione si terrà lunedì 7 Maggio, alle 10.00, presso la Sala della Presidenza dell’Università Popolare di Caserta. La SLA è una malattia degenerativa progressiva del motoneurone centrale e periferico, con un decorso del tutto imprevedibile e differente da soggetto a soggetto, con esiti disastrosi per la qualità della vita. Conseguenze della patologia sono la perdita graduale ed irreversibile della normale capacità di deglutizione (disfagia), dell'articolazione della parola (disartria) e del controllo dei muscoli scheletrici, con una paralisi che può avere un'estensione variabile, fino ad arrivare alla compromissione dei muscoli respiratori, alla necessità di ventilazione assistita e, in seguito, alla morte. La SLA non altera le funzioni cognitive e sensoriali del malato che, quindi, resta lucido fino alla fine. Le cause della Sclerosi Laterale Amiotrofica, ai più sconosciuta, ma che purtroppo fa registrare un numero di casi sempre maggiore, ad oggi non si conoscono per cui non è possibile curarla, ma solo rallentarne il processo di avanzamento. La dignità risiede anche nella malattia che per essere combattuta deve innanzitutto essere conosciuta. Ne è un esempio  il calciatore Stefano Borgonovo che, pur colpito duramente dalla malattia, attraverso la sua Fondazione, aiuta chi è nelle sue stesse  condizioni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©