Provincia / Giugliano

Commenta Stampa

A Giugliano il Convegno “Impianti sportivi e urbanistica: le opportunità del P.I.U. EUROPA


A Giugliano il Convegno “Impianti sportivi e urbanistica: le opportunità del P.I.U. EUROPA
31/03/2011, 15:03

Si terrà martedì 5 aprile 2011 alle ore 15.30 presso la Sala Teatro del I° Circolo Didattico Piazza Gramsci - Giugliano il Convegno “Impianti sportivi e urbanistica: le opportunità del P.I.U. EUROPA della Città di Giugliano in Campania”. Interverranno al convegno: Avv. Giovanni Pianese Sindaco di Giugliano On. Luigi Cesaro Presidente Provincia di Napoli On. Marcello Taglialatela Assessore Urbanistica Regione Campania Avv. Antonio Dell’Aquila Capogruppo Comunale PdL Dott.ssa Maria Adinolfi Responsabile Operativo 6.1 Città Medie Dott. Roberto Castelluccio Assessore Assetto Territorio e Sport Città di Giugliano Dott. Cosimo Sibilia Presidente C.O.N.I. Comitato Regionale Campania Dott. Amedeo Salerno Presidente C.O.N.I. Comitato Provinciale Napoli Dott. Marco Bonamico Presidente della Legadue di Basket Dott. Andrea D’alterio Fiduciario C.O.N.I. Città di Giugliano Dott. Sandro Del Naia Presidente F.I.D.A.L. Campania Dott. Manfredo Fucile Presidente F.I.P Campania Dott. Michele Raccuglia Presidente F.I.T. Campania Dott. Davide Tizzano Presidente F.I.C. Campania Modera il Giornalista Rai Franco Lauro  Un’occasione per dibattere delle opportunità economiche e sociali per il territorio offerte dal Programma Integrato Urbano quale strumento attuativo della strategia operativa per lo sviluppo urbano sostenibile

I Programmi Integrati Urbani (PIU Europa) rappresentano lo strumento attuativo della strategia operativa per lo sviluppo urbano sostenibile, descritta all’Asse 6 - obiettivo 6.1 - del POR FESR 2007/2013 della Regione Campania. I PIU sono elaborati al fine di rafforzare l’attrattività e la competitività delle città medie campane, nonché perseguire obiettivi di rivitalizzazione socioeconomica sostenibile e qualità urbana, energetica ed ambientale degli ambiti di intervento, in stretta sinergia con gli indirizzi indicati dalla pianificazione territoriale regionale del PTR.

Il Programma Integrato Urbano di Giugliano si fonda, secondo quanto indicato nelle linee guida regionali del programma, su un approccio che integra, in un programma unitario e coerente, diverse tipologie di intervento e diverse fonti di finanziamento. In questa direzione, nel PIU Europa di
Giugliano, è prevista la realizzazione di un sistema articolato di interventi, selezionati fra quelli prefigurati nell’ambito dei tre obiettivi strategici definiti nel DOS - Documento di Orientamento Strategico di Giugliano:  P.I.U. Natura afferente alla riqualificazione della zona di Campopannone; P.I.U. Storia riguardante la riqualificazione del centro storico;
P.I.U. Comunita’ concernente la riqualificazione della fascia costiera. Il PIU si configura, in buona sostanza, come un estratto di alcuni tasselli del DOS debitamente sviluppati in maniera tale da individuare puntualmente operazioni/progetti da realizzare sulla base degli obiettivi generali e delle priorità/azioni cardine indicate nel DOS.

La strategia del PIU Europa di Giugliano è stata delineata, coerentemente con gli orientamenti strategici della politica di coesione nazionale e regionale 2007/13, sulla scorta delle risultanze dell’analisi socio-economica del contesto urbano di riferimento, che ha individuato specifici fabbisogni su cui intervenire mediante la realizzazione di una serie di progetti.
Nell’ambito degli interventi previsti dal quadro economico generale del PIU Europa, sono individuati sei progetti che saranno finanziati con i Fondi FESR relativi all’Asse 6, con un costo complessivo di 34.766.086,00 euro.

Corso Campano (Valorizzazione centro storico) con un importo pari a 15.509.990 euro;  Riqualificazione località Campopannone - Epitaffio con un costo pari a 3.500.000 euro;  Centro sportivo Anthares con un totale di 2.800.000 euro;  Polo sportivo – Via Madonna del Pantano con un costo di 3.686.096 euro;  Riqualificazione Borgo la Riccia con un importo pari a 4.320.000 euro; Riqualificazione centro Remiero con un costo pari a 4.950.000 euro. Nell’ambito di tali progetti rientrano gli interventi afferenti alle strutture sportive, previsti dal PIU Europa di Giugliano. Il Programma prevede tra i propri obiettivi strategici il potenziamento, la ristrutturazione e la rifunzionalizzazione delle aree sportive. Il sistema delle attrezzature sportive di rilevanza comunale, comprendenti anche lo stadio comunale, la piscina comunale ed il nuovo palazzetto dello sport, è concepito quale sistema complesso di funzioni legate allo sport ed al tempo libero, integrato al tessuto urbano a prevalente carattere residenziale. La finalità degli interventi è quella di migliorare effettivamente la qualità della vita degli attuali residenti con il soddisfacimento del fabbisogno di attrezzature collettive, oltre che a sostegno delle attività turistico - ricettive previste per la valorizzazione del territorio.

I finanziamenti a valere sul PIU Europa prevedono, per le strutture e gli impianti sportivi, progetti per un importo complessivo di circa 15.000.000,00 di euro, a cui devono aggiungersi gli importi relativi ai progetti afferenti allo stadio comunale e al palazzetto dello sport in corso di realizzazione, con un costo rispettivamente di 1.000.000 e 5.000.000 di euro. In particolare, sono previsti i seguenti interventi finanziati con i Fondi UE:

 Riqualificazione località Campopannone - Epitaffio: Il progetto prevede la riqualificazione della zona di Campopannone, dove è presente lo stadio comunale, la piscina comunale ed è in fase di realizzazione il nuovo palazzetto dello sport. L’area d’intervento, situata a nord del tratto centrale di Corso Campano, è già attualmente destinata ad attrezzature sportive e scolastiche, ed insiste in un‘area ad alta densità demografica, essendo presenti diversi insediamenti abitativi di recente edificazione. In particolare, il carattere sportivo dell’area verrà rafforzato attraverso la riqualificazione ambientale della zona e la realizzazione di una serie di interventi, quali la realizzazione di una pista podistica, di piste ciclabili, percorsi pedonali ed ampi spazi di parcheggio, che consentiranno una rigenerazione urbana ed una migliore fruibilità degli spazi.


 Centro sportivo Anthares: Il centro sportivo Anthares è collocato in prossimità della zona occidentale del centro storico di Giugliano in un’area dalla evidente vocazione sportiva data la presenza dello stadio comunale cittadino (a pochi passi), della piscina comunale e del palazzetto dello sport di Via Cascelle. L’area utilizzata per la realizzazione del centro ha un’estensione pari a 12.024 metri quadrati ed è facilmente accessibile sia per chi proviene dal centro sia per chi proviene dai paesi limitrofi. Attualmente in detta area si trova il vecchio centro sportivo Anthares, ormai in disuso ed in evidente stato di degrado, costituito da due campi da calcetto più due campi da tennis (tutti ormai inutilizzabili), due edifici spogliatoi ed un locale adibito a servizi. Per il “nuovo centro sportivo” è stato operato un ridisegno, previa demolizione dei manufatti preesistenti, affinché questo possa diventare pienamente funzionale e fruibile da parte dei cittadini e costituire un’importante struttura di aggregazione e socializzazione soprattutto per i giovani. Il progetto prevede: - un campo da tennis in terra rossa all’aperto; - tre campi da tennis in sintetico al coperto; - un campo da calcio a 5; - spogliatoi giocatori e spogliatoi giudici di gara/istruttori; - servizi igienici; - infermeria; - una tribuna spettatori;  - un ristobar; - una club house; - un’area giochi bambini; - aree parcheggi.

 Polo sportivo – Via Madonna del Pantano: L’impianto sportivo sarà costituito da una struttura sportiva polivalente coperta con tribune e tre campi all’aperto, ampliabili a quattro. La struttura coperta accoglie anche il corpo uffici, spogliatoi, servizi e zona ristoro. L’edificio relativo alla struttura polivalente coperta si svilupperà con un’altezza netta interna di 7,00 mt, di cui 3,00 mt interrati e la parte restante fuori terra.  All’esterno è prevista la realizzazione di un campo di calcetto, un campo di basket/pallavolo, un campo di tennis, una pista di atletica di 100 metri, un percorso ginnico anulare, un’area salute ed una zona ludica per bambini. È stata predisposta la futura realizzazione di un altro campo di tennis, in adiacenza al campo esistente, per consentire la organizzazione di campionati amatoriali. Le altre aree sono destinate ad attività ludico-ricreative e di intrattenimento, in modo da incentivare gli utenti a praticare la struttura anche in ambito extrasportivo e favorire così la coesione sociale.

 Centro Remiero: L’intervento proposto mira al recupero delle strutture e della funzionalità del complesso sportivo, salvaguardando, nel contempo, il valore ambientale dei luoghi.  I cinque corpi di fabbrica esistenti saranno ristrutturati nel rispetto delle loro forme e volumetrie. Si è pensato, nell’insieme, alla definizione di un complesso sportivo, incentrato sulla disciplina degli sport legati alla presenza del bacino lacustre (sia a livello agonistico e spettacolare che a livello di base e di insegnamento), e integrato, nel contempo, da altre attività complementari e compatibili con le principali, sia di tipo esclusivamente sportivo, sia di carattere aggregativo, culturale, sociale e  per il tempo libero. Tale ultimo aspetto sembra essere particolarmente importante, in quanto finalizzare l’impianto verso un’unica e specifica destinazione porterebbe ad una limitazione della platea dei fruitori ed, in conseguenza, ad una scarsa apertura dell’impianto stesso verso il territorio a cui è asservito. Per tal motivo, nel definire gli spazi e le funzioni all’interno degli edifici esistenti ed all’esterno, nelle aree attrezzate, e’ stato previsto di poter svolgere:  - canottaggio, canoa e discipline veliche di base; - tennis, pallavolo e pallacanestro, utilizzando due campi polivalenti; - palestra, fitness, attività ginniche indoor;  - attività motorie e podistiche all’aperto; - convegni e riunioni; - manifestazioni ed eventi di interesse collettivo e sociale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©