Provincia / Nola

Commenta Stampa

A Nola nuovo "Banco Alimentare" per 250 famiglie


A Nola nuovo 'Banco Alimentare' per 250 famiglie
18/12/2009, 14:12


NOLA - Una volontà di risposta all’aumento della povertà assoluta, un’iniziativa forte contro l’indigenza alimentare a Nola, un nuovo modo di collaborare tra Pubblico e no-profit. Sono le principali caratteristiche della nuova iniziativa deliberata pochi giorni fa dalla Giunta Municipale a favore delle fasce deboli della popolazione. Da circa un anno era stato avviato in maniera sperimentale un programma di aiuto alimentare agli indigenti: da parte del Comune erano state selezionate per bando pubblico ca. 100 famiglie che periodicamente ricevevano “un pacco” con molti generi di prodotti alimentari non immediatamente deperibili, l’equivalente di una grossa spesa per coloro che hanno difficoltà a terminare la quarta settimana (e a volte anche la terza). “Al mio predecessore Arturo Cutulo si deve l’inizio di questa positiva iniziativa. Abbiamo cercato di migliorarla rendendola più stabile e cercando di favorire anche un aiuto ad affrontare la solitudine nella quale chi è povero, chi ha difficoltà, è troppo spesso collocato – così l’Assessore alle politiche Sociali, Giovanili e Sussidiarietà Arcangelo Annunziata –. Abbiamo potenziato il servizio superando i problemi logistici. A partire dalla settimana di Natale saranno circa 250 le famiglie che riceveranno ogni mese “il pacco” alimentare, che varia a seconda della composizione del nucleo familiare ed è in proporzione al numero di persone che lo compongono. Abbiamo anche cambiato le modalità di distribuzione, con l’obiettivo d’inserire gli indigenti in una “rete” di persone disponibili all’ascolto ed alla condivisione dei loro problemi. Tutto questo è stato possibile grazie al coinvolgimento di due Parrocchie di Nola, la Stella ed il Collegio, con i rispettivi volontari, che da anni sono attivi proprio nel settore dell’assistenza alimentare agl’indigenti. Infine, questa è la prima Amministrazione nella storia della città, che supporta e supporterà la mensa fraterna della Caritas”. “Sono soddisfatto di questo importante progetto che vede la luce proprio alla vigilia della settimana del Santo Natale – ha aggiunto il Sindaco Biancardi –. È un altro impegno rispettato, che avevamo assunto in campagna elettorale. La nostra Amministrazione desidera migliorare e, se possibile, aumentare la spesa sociale soprattutto a favore delle persone più in difficoltà, coinvolgendo sempre di più “in rete” il mondo delle associazioni e del no-profit, in applicazione del “principio di sussidiarietà”, sancito dall’art.118 della nostra Costituzione”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©