Provincia / Torre del Greco

Commenta Stampa

Ciro Borriello è fermo nelle sue posizioni anti-abusivismo

Abbattimenti: proteste e promesse non mantenute


.

Abbattimenti: proteste e promesse non mantenute
20/04/2011, 15:04

TORRE DEL GRECO- Nuova dimostrazione da parte dei comitati anti-abbattimenti dei comuni di Napoli Sud e dei Monti Lattari,  dell'area vesuviana, torrese, stabiese e cavese che ieri mattina hanno protestato contro la politica per la mancata sospensione delle esecuzioni ordinate dalle procure campane. Diverse famiglie si sono ritrovate fuori il Palazzo della Regione Campania per sensibilizzare gli amministratori ed in particolar modo il governatore Stefano Caldoro. Eppure il premier Silvio Berlusconi durante l'incontro a Palazzo Grazioli si era impegnato personalmente  a fermare gli abbattimenti con  l’approvazione del decreto legge "blocca-ruspe"". “Si è trattato dunque solo di un modo per calmare gli animi”, sospetta qualcuno. Netta è comunque la posizione del primo cittadino di Torre del Greco Ciro Borriello che ha dichiarato: “Attualmente il nostro contrasto all’abusivismo edilizio è costante e determinato. Diversi sono stati gli abbattimenti ad horas in questi ultimi tempi. Ormai dovrebbe essere arcinoto che a Torre del Greco in presenza di un cantiere edilizio abusivo, questa Amministrazione, attraverso la Polizia Locale impone l’immediata sospensione dei lavori ed invita il proprietario-committente ad abbattere le opere ripristinando lo status quo ante”. “La nostra posizione in merito all’abusivismo edilizio  è molto chiara, i manufatti, le costruzioni vanno giù, ribadisco che solo in questo periodo gli abusivismi edilizi – conclude Ciro Borriello - sono notevolmente diminuiti proprio grazie agli interventi adottati da questa Amministrazione, unitamente al supporto della Procura della Repubblica, e ai costanti controlli delle Forze dell’Ordine, cui esprimo sempre sinceri sensi di gratitudine”.

 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©