Provincia / Caserta

Commenta Stampa

I clan, stando agli investigatori, utilizzano gli immigrati

Abitazione adibita a droga market, arrestato pregiudicato

Tunisino fermato dalla Polizia, nascondeva cocaina e hashish

.

Abitazione adibita a droga market, arrestato pregiudicato
23/01/2014, 15:43

VILLA LITERNO - Nell’ambito dell’attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, il personale della Squadra Mobile di Caserta, diretta dal vice questore Alessandro Tocco, e della sezione distaccata di Casal di Principe, diretta dal vice questore Mario Grassia, ha tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Abdelmonam Baazaoui, cittadino tunisino, di 28 anni, pregiudicato e residente a Villa Literno. Bloccato nei pressi della stazione di Villa Literno e sottoposto ad accurata perquisizione personale, veniva trovato in possesso di alcune dosi di marijuana e di hashish. I poliziotti rinvenivano, altresì, un mazzo di chiavi che apriva l’abitazione di via Rubicone di Villa Literno, dove il tunisino alloggiava. All’interno dell’abitazione gli agenti scoprivano una vera e propria centrale dello spaccio: infatti, in diversi punti dell’abitazione, ben celati, venivano rinvenuti numerosi panetti di hashish per un peso complessivo di circa 1 kg, nonché oltre 100 grammi di cocaina pura. Nel corso della perquisizione venivano, inoltre, rinvenuti un macinino utilizzato per triturare la sostanza da taglio, tre bilancini di precisione per il peso della sostanza, due coltelli con lama ancora sporca di cocaina, numerose bustine di plastica per il confezionamento e un barattolo di mannitolo utilizzato per il taglio della sostanza stupefacente. L’abitazione era munita di un sofisticato sistema di videosorveglianza, le cui telecamere riprendevano le strade limitrofe; sistema che serviva per scrutare l’eventuale arrivo delle forze dell’ordine. Un duro colpo è stato così inferto alla locale criminalità organizzata che, di recente, secondo gli investigatori, ha diversificato i propri investimenti, puntando in maniera massiccia sul traffico delle sostanze stupefacenti, considerato attualmente l’attività illecita più redditizia.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©