Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Prima firmataria la senatrice casertana Moronese (M5S)

Accorpamento Tribunale, interrogazione alla Cancellieri

“La giurisdizione su Aversa resti al foro sammaritano”

.

Accorpamento Tribunale, interrogazione alla Cancellieri
19/07/2013, 10:40

SANTA MARIA CAPUA VETERE - Il Movimento 5 Stelle interviene per scongiurare l’accorpamento del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. E lo fa con una interrogazione, indirizzata al Ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri, sottoscritta da trentadue parlamentari e che vede come prima firmataria la casertana Vilma Moronese. “Quali atti intende porre in essere il Ministro, - si legge nell’interrogazione - al fine di procedere ad una più attenta e puntuale analisi delle conseguenze negative, in termini di economicità e funzionamento della macchina giudiziaria, che il depotenziamento del tribunale di Santa Maria Capua Vetere comporterebbe?”. La preoccupazione è legata, appunto, alla nascita del nuovo Tribunale di Napoli Nord, che, salvo sorprese, sarà allocato all’interno del castello aragonese di Aversa Nord; tribunale, questo, che avrà competenza territoriale anche sui 19 comuni dell’agro aversano, che verranno sottratti alla giurisdizione del foro sammaritano. Nell’interrogazione i deputati del Movimento 5 Stelle evidenziano che non si tiene conto, nel ridisegno della geografia giudiziaria, “delle peculiari caratteristiche legate alla specificità territoriale, della densità del bacino di utenza e delle evidenti criticità di accorpamento, che rendono tali presidi giudiziari indispensabili per la collettività e per l’amministrazione della giustizia”. Tutto ciò premesso, la Moronese si chiede “quali iniziative di carattere normativo il ministro Cancellieri intende assumere, al fine di rivedere la normativa vigente, prevedendo l’esclusione del tribunale di Santa Maria Capua Vetere dal procedimento di accorpamento, per riportare la giurisdizione del tribunale stesso all’originaria e storica estensione su tutto il territorio provinciale, ivi compreso l’agro aversano, e garantire l’efficienza del sistema giustizia in tutta la provincia di Caserta?”. Infine viene richiesto “se il ministro Cancellieri non intenda provvedere con urgenza a sanare la situazione debitoria del Ministero stesso verso il Comune di Santa Maria Capua Vetere”.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©