Provincia / Acerra

Commenta Stampa

Acerra, 16enne fermato per rapina il 10 ottobre

Carabinieri scoprono che imponeva il pizzo a un ristorante

Acerra, 16enne fermato per rapina il 10 ottobre
07/11/2013, 11:54

ACERRA - I carabinieri dell’aliquota operativa di castello di cisterna hanno tratto in arresto un 16enne di acerra destinatario di ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip presso il tribunale per i minorenni di napoli per estorsione aggravata in concorso.
Nel corso di indagini iniziate il 10 ottobre, i militari dell’arma hanno accertato che insieme a Papa Vincenzo, 24enne, ritenuto legato al clan “Tortora ‘o Stagnaro”, in diverse occasioni aveva estorto denaro al padrone di una pizzeria di Acerra minacciando ritorsioni sui familiari del taglieggiato e danneggiamenti all’attività commerciale.
Il 10 ottobre il 16enne e il 24enne erano stati fermati dai Carabinieri dell’aliquota operativa di Castello di Cisterna perchè si erano resi responsabili di una rapina nella tarda serata del 9 ottobre: armati di coltelli avevano fatto irruzione in un ristorante pizzeria di via Brenta e con la minaccia delle armi avevano costretto il proprietario a consegnare l’incasso, circa 250 euro, e una confezione di pesce spada surgelato.
Trovati nelle loro abitazioni, i due erano stati portati in caserma e riconosciuti dalla vittima.
Nel corso delle perquisizioni domiciliari conseguenti ai fermi i Carabinieri avevano rinvenuto 250 cartucce di vario calibro e un passamontagna, recuperando la confezione di pesce spada rapinata.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©