Provincia / Acerra

Commenta Stampa

Acerra, 70 anni dalla strage nazista del 2 ottobre 1943


Acerra, 70 anni dalla strage nazista del 2 ottobre 1943
01/10/2013, 14:31

ACERRA - Con l’adesione del Presidente della Repubblica e sua Medaglia di rappresentanza ed il Patrocinio Morale del Comune di Acerra, mercoledì 2 ottobre, alle 10.00 presso l’oratorio della Chiesa S. Pietro Apostolo con tutte le scuole di Acerra, e poi alle ore 18.00 presso il Castello Baronale con la cittadinanza tutta, sarà celebrato il 70° anniversario della tragica strage nazista, avvenuta ad Acerra il 2 ottobre 1943. L’associazione èidos, che da anni segue un percorso della memoria, e che già nel 60° anniversario ha commemorato l’evento, ricorda i fatti avvenuti 70 anni fa con la proiezione del film-documentario “Terra bruciata” e con un dibattito in serata sulla Resistenza nel Sud Italia. La manifestazione in collaborazione con gli Istituti scolastici di Acerra, per l’importanza storica che riveste, si svolge con l’adesione del Presidente della Repubblica e sua Medaglia di rappresentanza e con il patrocinio del Miur, della Regione Campania, Provincia diNapoli, Comunedi Acerra e Diocesi. L’apertura sarà a cura del presidente dell’associazione èidos, Dott. Luigi Montano, seguiranno con la moderazione della prof.ssa Maria Cristina Casoria, vice-presidente di èidos, interventi del Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, prof. Diego Bouchè, del Presidente dell’Istituto Campano di Storia della resistenza, Prof. Guido D’Agostino, della Prof.ssa Gabriella Gribaudi, autrice del film e storica dell’Università degli Studi di Napoli, Federico II, del Vescovo Amministratore Apostolico della Diocesi, Giovanni Rinaldi, del Direttore del Museo Diocesano, prof. Gennaro Niola, del Prof. Aniello Montano, Ordinario di Storia della Filosofia dell’Università degli Studi di Salerno, dell’Assessore alle Politiche Scolastiche, prof. Vincenzo Falco, del Presidente della Provincia On. Antonio Pentangelo ed in chiusura il Sindaco della Città di Acerra Geom. Raffaele Lettieri. Previsti interventi dei docenti, studenti e di un testimone diretto del tragico evento del 2 ottobre 1943.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©