Provincia / Acerra

Commenta Stampa

Acerra, Telesoccorso e Adotta un'aiuola


Acerra, Telesoccorso e Adotta un'aiuola
19/12/2012, 15:03

Garantire una più ampia copertura assistenziale, operata mediante il telefono, in favore di quei soggetti che per età avanzata, condizioni psico-fisiche, stato di solitudine, sono più esposti al rischio di emarginazione. Ma anche favorire interventi integrativi a quelli di assistenza domiciliare agli anziani e disabili come fattore di rassicurazione, controllo e di garanzia. Sono questi gli obiettivi del Servizio di telesoccorso e di telecontrollo per gli anziani del Comune di Acerra, un modo semplice per non sentirsi mai soli. Grazie ad un apparecchio telefonico corredato di telecomando è possibile, premendo un semplice tasto, chiedere aiuto per qualsiasi tipo di emergenza. Il servizio è garantito 24 ore su 24 ore per 365 giorni l’anno.

In forma gratuita per tutti i cittadini in particolari condizioni economiche e parzialmente autosufficienti a causa dell’età o di handicap, che vivono soli e che potrebbero trovarsi in uno stato di emergenza tale da avere la necessità e l’urgenza di chiedere aiuto alla comunità; a pagamento per tutti i cittadini che in ogni caso necessitano di tale servizio, ma che non posseggono i requisiti previsti dalla Legge 5/97.

Il Servizio di telesoccorso e telecontrollo è destinato a: anziani ultrasessantacinquenni che vivono soli o in coppia; anziani ultrasessantacinquenni, parzialmente o totalmente non autosufficienti, e comunque in situazioni di solitudine e fragilità; disabili.

I Cittadini, in possesso di questi requisiti sopracitati e interessati al servizio dovranno presentare richiesta di ammissione, su apposito modello da ritirare presso l’ufficio Servizi Sociali, l’ufficio Informagiovani sito a Piazza Castello o scaricabile dal portale del Comune di Acerra entro le ore 12,00 del giorno 8/01/2013 corredate di: Modello di richiesta; modello ISEE, in corso di validità; autocertificazione della situazione familiare e fotocopia del documento di riconoscimento.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©