Provincia / Ischia

Commenta Stampa

Ad Ischia la Giornata Internazionale delle Persone Disabili


.

Ad Ischia la Giornata Internazionale delle Persone Disabili
10/12/2011, 09:12

Anche quest’anno in tutto il Mondo si è celebrata la “Giornata Internazionale delle Persone Disabili” che cade il 3 dicembre e che è stata istituita dalle Nazioni Unite nel 1993 a livello europeo, e a partire dal 2008 a livello internazionale. Si tratta di una celebrazione nata per sensibilizzare in modo globale i disabili, le loro famiglie e la società civile in genere sulle problematiche di chi è stato più sfortunato di noi. E’ una giornata che dovrebbe rappresentare, più che una semplice ricorrenza quale è, un momento in cui si possano dare risposte concrete alle persone con disabilità, ai loro problemi quotidiani e al loro inserimento nella società. E molto spesso invece diventa anche l’occasione per i responsabili politici ed istituzionali dell’abbandono dei disabili per strumentalizzarne i problemi irrisolti coi loro soliti bla, bla, bla e le promesse strumentali e di circostanza di impegnarsi ad occuparsi delle problematiche che attanagliano da sempre il mondo della disabilità. E così, tanto per dirne una, si sente parlare da anni di abbattimento delle barriere architettoniche che purtroppo sono state eliminate solo in piccolissima parte. Sull’isola d’Ischia, ad esempio, neppure lungo la maggior parte dei marciapiedi dei sei Comuni sono stati creati gli scivoli per l’accesso delle carrozzelle. Ma la cosa più assurda e vergognosa è che in alcuni casi neppure dove i marciapiedi sono stati rimessi a nuovo si è creato l’accesso per i disabili. Un esempio? Sul lungomare di Casamicciola Terme, dove da poco è terminato il rifacimento del marciapiede, all’altezza della Chiesa dei Passionisti al passaggio pedonale il dente del marciapiede è rimasto lì dov’era e lo scivolo non è stato creato, assurdo! Ma nel Comune di Ischia si è riusciti a fare persino di peggio. Infatti l’Amministrazione comunale guidata da Giosi Ferrandino nel 2009 ha collocato, lungo la centralissima via Edgardo Cortese, i nuovi pali della luce proprio sugli scivoli realizzati poco prima: da non credere! E a nulla sono valse le nostre denunce giornalistiche considerato che le basi di questi pali continuano a far brutta mostra di se sugli scivoli del centro storico ischitano e a discriminare i disabili che vanno ricordati e rispettati 365 giorni l’anno e non occasionalmente e per lo più in modo strumentale e propagandistico ma solo ed esclusivamente in maniera concreta eliminando le discriminazioni nei loro confronti abbattendo ovunque le barriere architettoniche e favorendo un loro completo inserimento nella società e nel mondo del lavoro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©