Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Aggressioni a Chiaia, Chiosi: quartiere non presidiato

Scandalo telecamere non funzionanti

Aggressioni a Chiaia, Chiosi: quartiere non presidiato
02/07/2013, 12:24

NAPOLI - <<L'ennesima aggressione di Sabato notte a Chiaia ai danni di un diciassettenne - dichiara il Presidente Chiosi - è la prova di quanto da tempo denunciamo, e cioè che il quartiere di notte non è adeguatamente presidiato.
Mentre nelle ore diurne - spiega il Presidente - le forze dell'ordine sono visibili, la sera scende il coprifuoco. Ed è assurdo che proprio la notte del fine settimana, allorquando si concentrano a Chiaia flussi di giovani provenienti da ogni parte della città e della provincia, il territorio sia praticamente sguarnito e abbandonato a sé stesso!
Per non parlare - aggiunge Chiosi - dello scandalo delle telecamere fuori uso. La Prefettura rispose ad una mia richiesta che era compito del Comune di Napoli prendere in carico, tramite la Napolipark, le telecamere per la videosorveglianza provvedendo alla manutenzione ed alla riattivazione. Peccato che il Comune non l'ha mai fatto.
Se gli organici delle forze dell'ordine non sono adeguati - commenta il Presidente - è il caso una volta per tutte di ricorrere all'Esercito con compiti di Polizia. Non mi sembra così scandaloso e darebbe sicurezza ai cittadini che nulla hanno da temere da divise in strada. Così come è necessario abbassare l'età punibile, perché proprio i minori che delinquono sono pericolosissimi a causa della certezza dell'impunità.
Il Sindaco - conclude Chiosi - chieda la convocazione urgente del Comitato per l'ordine e la sicurezza e, soprattutto, chieda al Governo l'invio dell'Esercito a Napoli e l'abbassamento dell'età punibile>>.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©