Provincia / Salerno

Commenta Stampa

Agropoli, al via i lavori per il campo sportivo polivalente

Alfieri: "Promuoviamo sport come elemento di crescita umana"

Agropoli, al via i lavori per il campo sportivo polivalente
06/07/2013, 11:55

AGROPOLI - Sarà intitolato a Peppino Impastato, giovane giornalista siciliano trucidato a Cinisi dalla mafia, il campo sportivo polivalente che sorgerà ad Agropoli in località Moio. Questa mattina, alla presenza del sindaco Franco Alfieri e degli amministratori locali, si è tenuta la cerimonia di posa della prima pietra ed inizio lavori dell’impianto sportivo. 

 

Il progetto per 492 mila euro è stato finanziato attraverso il PON Sicurezza 2007-2013 nell’ambito dei fondi concessi dal Ministero degli Interni per le regioni obiettivo Convergenza.

 

Nella stessa area sono in via di completamento i lavori di costruzione della palestra per la danza sportiva e sono in corso quelli per l’ampliamento e la sistemazione di Via del Piaggese.

 

«Sarà una vera cittadella dello sport, con due impianti che permetteranno a tanti giovani di disporre di strutture moderne e sicure – afferma il sindaco Franco Alfieri – Siamo fortemente orgogliosi, perché grazie all’impegno degli ultimi anni Agropoli si sta caratterizzando in campo regionale e non solo come città attenta alla pratica sportiva, non solo nel senso agonistico, ma anche come elemento di crescita umana e come promozione turistica. Con questi due interventi, inoltre, concretizziamo una preziosa azione di riqualificazione e valorizzazione della zona Muoio».

 
Nello specifico del campo sportivo polivalente, il sindaco Alfieri sottolinea le finalità del progetto. «Sarà inserito nel circuito delle strutture riconosciute dal CONI – afferma - è stato concepito per creare un luogo nell’ambito del quale promuovere, tra i giovani del territorio, il rispetto delle regole, l’osservanza della disciplina nella vita e nello sport e l’adozione di comportamenti improntati alla legalità. Significativa, in tal senso, la scelta di intitolarlo a Peppino Impastato che ha sacrificato la sua vita per la difesa della legalità».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©