Provincia / Salerno

Commenta Stampa

Agropoli, bandiera blu 2011


Agropoli, bandiera blu 2011
10/05/2011, 16:05

La “Bandiera Blu d’Europa” sventolerà per l’estate 2011 sulle spiagge agropolesi. Questa mattina si è tenuta a Roma, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo, la cerimonia di premiazione dei comuni costieri italiani che hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento.

La Bandiera blu è stata ritirata, per il Comune di Agropoli, dal sindaco Franco Alfieri e dal vicesindaco e assessore al turismo, Mauro Inverso.

«E’ un riconoscimento al lavoro quotidiano in materia di tutela e valorizzazione ambientale, con evidenti ricadute positive sull’offerta turistica – commenta il sindaco Franco Alfieri – Il conferimento della bandiera blu, oltre a certificare la qualità delle acque delle spiagge della Baia di Trentova e del Lungomare San Marco, premia la politica e l’azione di miglioramento della qualità della vita, valutate attraverso rigidi parametri. Agropoli ha registrato un balzo in avanti notevole con una serie di strategiche opere infrastrutturali, servizi ed interventi mirati diventando meta preferita sul territorio provinciale con una presenza costante di turisti e visitatori nel corso dell’intero anno. Da sottolineare, in termini di tutela ambientale, i lavori per la delocalizzazione del depuratore di Via Taverne, così come il rifacimento della rete idrica con la sostituzione delle vecchie condotte in amianto, o la promozione del fotovoltaico con l’installazione di impianti sulle strutture sportive e comunali».

«Siamo veramente felici del conferimento della bandiera blu, davvero molto significativo per noi – dichiara il vicesindaco e assessore al turismo, Mauro Inverso – Ricordo come Agropoli abbia ricevuto più volte l'ambito riconoscimento, che indubbiamente rappresenta un aspetto fondamentale dell'offerta turistica della città. In vista dell'imminente stagione balneare, rappresenta il miglior biglietto da visita».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©