Provincia / Salerno

Commenta Stampa

Agropoli, fotovoltaico sulle scuole


Agropoli, fotovoltaico sulle scuole
22/11/2012, 11:43

Dal sole l’energia per le scuole agropolesi e 200 mila euro nelle casse comunali. L’amministrazione comunale di Agropoli, guidata dal sindaco Franco Alfieri, punta sulle energie rinnovabili. E’ stato aggiudicato, infatti, il bando di gara per l’appalto in concessione per la progettazione, realizzazione e gestione dei sistemi di generazione fotovoltaica di energia elettrica su sette edifici comunali.

 

L’intervento riguarderà, in particolare, le scuole di: località Moio; “Gino Landolfi”; “Rossi Vairo”; “Scudiero” di San Marco; “Santa Maria delle Grazie”; località Cannetiello a Madonna del Carmine; località Mattine. Complessivamente la potenza degli impianti sarà di 400,32 Kwp.

 

Il bando non prevede alcun esborso da parte dell’ente comunale che, viceversa, incasserà un importo pari ad oltre 200 mila euro per la concessione del diritto di superficie per 20 anni dei lastrici solari. Inoltre, la manutenzione degli stessi tetti, per l’intera durata della concessione, sarà completamente a carico dell’impresa aggiudicatrice “Mondo Impianti” di Pasquale Santoro alla quale andranno i proventi derivanti dal Conto Energia e dalla totale vendita dell’energia prodotta. Il progetto è stato promosso dalla PVR srl di Gianpiero Cascone.

 

 «L’obiettivo dell’amministrazione comunale – afferma il sindaco Franco Alfieri – oltre a incassare e reinvestire le somme derivanti dalla concessione del diritto di superficie, è quello di ridurre le emissioni di anidride carbonica e sensibilizzare il cittadino verso l’utilizzo di fonti rinnovabili».

 

Nello specifico, con la realizzazione degli impianti, si avrà un risparmio di circa 153 TEP (tonnellate equivalenti di petrolio) e la mancata emissione in atmosfera di circa 345 tonnellate di CO2.

 

«L’installazione dei moduli – dichiara l’assessore all’ambiente Massimo La Porta - sarà anche occasione per momenti formativi per le scuole medie e superiori». Saranno, infatti, predisposte stazioni remotizzate per il controllo dei parametri fondamentali della produttività, lezioni training on the job durante la fase di direzione dei lavori, in modo da ipotizzare nuove figure lavorative nel campo dell’energy managment.

 

I lavori saranno eseguiti a tempo record e pertanto l’intera cittadinanza potrà presto ammirare opere di sistemi di generazione di energia da fonte rinnovabile di notevole importanza e forse uniche in funzione del numero di abitanti sull’intero territorio nazionale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©